Le 42 migliori serie TV del 2022 (maggio 2022)

di Redazione IlMeglioDiTutto.it
0 commento
Una scena di Pachinko - La moglie coreana

Se c’è una cosa di cui ormai veramente non riusciamo più a fare a meno, è una bella serie. Quella che ci tiene compagnia, che ci fa dimenticare tutti i problemi e ci inchioda alla TV per giornate, se non settimane intere. Che si tratti di un periodo particolarmente proficuo ce lo ha dimostrato anche solo lo scorso anno (vedi, per esempio, la nostra classifica delle migliori serie tv del 2021), ed è per questo che abbiamo deciso di continuare questa nostra tradizione e segnalarvi anche questa volta i titoli assolutamente da non perdere. Ecco quindi, in rigoroso ordine di uscita, le migliori serie TV del 2022 da vedere.

1. Incastrati

Numero episodi: 6
Data di pubblicazione: 1 gennaio
Piattaforma/Canale: su Netflix

Il 2022 è iniziato con la simpatia del duo Ficarra e Picone, per la prima volta protagonisti di una serie TV, per di più da loro scritta e diretta. I due protagonisti si ritrovano per caso su una scena di un delitto e, per evitare di essere accusati, decidono di ripulire la scena del crimine come hanno visto fare tante volte nelle serie crime. Da qui in poi una gran numero di equivoci finirà col complicare sempre di più la vicenda. Al limite tra commedia e giallo, questo Incastrati si è rivelato un grande successo a sorpresa per Netflix ed ora è pronto a sbancare anche in tutto il resto del mondo. Nel frattempo la serie è stata già rinnovata per una seconda immancabile stagione, anche perché sono tanti i misteri ancora irrisolti!

2. Landscapers – Un crimine quasi perfetto

Numero episodi: 4
Data di pubblicazione: dal 14 gennaio, due episodi a settimana
Piattaforma/Canale: su SKY e in streaming su NOW TV

Olivia Colman e David Thewlis sono gli assoluti protagonisti di questa miniserie in quattro episodi dal titolo Landscapers – Un crimine quasi perfetto. La storia narra di una coppia sposata che viene accusata di un duplice omicidio. I due si ritengono innocenti anche se le prove sembrano essere contro di loro. Landscapers è una dark comedy basata su una storia vera, lunga quanto basta, che fa dello stile particolare una propria qualità. Tra citazioni a vecchi western interpretati da Gary Cooper, un gusto per la messa in scena che rende gli episodi frizzanti e intriganti, e un delitto che deve essere risolto, questa miniserie ammalierà il pubblico anche grazie alle interpretazioni dei due protagonisti.

3. Archive 81 – Universi alternativi

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: 14 gennaio
Piattaforma/Canale: su Netflix

Tratta da un celebre podcast, Archive 81 – Universi alternativi è una serie targata Netflix che è riuscita in breve tempo ad appassionare un vasto pubblico di spettatori. La storia segue due linee temporali, dove si cerca di risolvere il mistero di una setta segreta di un condominio. Dan, un giovane ragazzo, accetta di restaurare alcune vecchie videocassette, girate da una studentessa di nome Melody, che indagava sui misteri del palazzo. Insieme a Dan, lo spettatore guarderà i nastri cercando di trovare soluzione al mistero, dove orrore, strane apparizioni e il fantastico si completano a vicenda. Un vero e proprio invito al binge-watching, Archive 81 farà la gioia di ogni appassionato del weird.

4. After Life – Stagione 3

Numero episodi: 6
Data di pubblicazione: 14 gennaio
Piattaforma/Canale: su Netflix

La serie TV ideata, diretta e interpretata dal comico Ricky Gervais giunge a conclusione con questo terzo ciclo di episodi disponibile su Netflix, e non è certo difficile ammettere, già da subito, che ci mancherà. After Life è un piccolo gioiello non solo di ironia ma di sensibilità: è una serie che parla di elaborazione del lutto in modo commovente eppure mai banale, un racconto che fa riflettere e invita tutti noi a godersi le piccole gioie della vita. E a trovare, sempre, conforto in coloro che ci sono vicini. Proprio come il personaggio di Tony (interpretato dallo stesso Gervais) è stato vicino a noi in queste tre stagioni.

5. Euphoria – Stagione 2

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 17 gennaio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su SKY e in streaming su NOW TV

La serie targata HBO torna, dopo una lunga attesa dal finale della prima stagione e a un anno dal secondo speciale, sul piccolo schermo, replicando lo stile sopra le righe che l’ha resa famosa. Perché la seconda stagione di Euphoria prosegue il racconto dell’adolescenza problematica di un gruppo di liceali, tra cui la Rue interpretata da Zendaya e Jules, la ragazza che ama, mettendo in scena le crisi esistenziali e i problemi familiari nel modo più schietto e duro possibile. Luci al neon, una patina pop e musica a tutto volume sono solo la superficie di una serie che sta avendo sempre più successo, diventando un vero e proprio prodotto cult che rappresenta, in maniera disarmante, la generazione Z.

6. Monterossi

Numero episodi: 6
Data di pubblicazione: 17 gennaio
Piattaforma/Canale: su Prime Video

Fabrizio Bentivoglio è il protagonista di Monterossi, serie tv italiana in sei episodi tratta dai romanzi di Alessandro Robecchi Questa non è una canzone d’amore e Di rabbia e di vento. La trama segue le vicissitudini di Carlo Monterossi, noto autore di un programma televisivo di successo che, una sera, viene aggredito sulla porta di casa da uno sconosciuto armato di pistola. L’uomo inizia, così, un’indagine parallela a quella della polizia per scoprire chi c’è dietro alle numerose aggressioni che stanno avvenendo a Milano. La serie tv targata Prime Video è caratterizzata da dialoghi serrati e brillanti ed un “mood” generale che ricorda più gli show thriller-investigativi d’oltreoceano, il tutto incorniciato da una colonna sonora a base di Bob Dylan.

7. Ozark – stagione 4 (prima parte)

Numero episodi: 7
Data di pubblicazione: 21 gennaio
Piattaforma/Canale: su Netflix

Un’altra grande serie di Netflix sta per concludersi: la pluripremiata Ozark è arrivata alla quarta stagione, l’ultima, ma la famiglia Byrde si congederà in grande stile solo più avanti, con gli ultimi episodi già girati e attesi per i prossimi mesi. Per il momento ci siamo dovuti accontentare di sette nuovi (ottimi) episodi che da una parte continuano a sorprendere e stupire con colpi di scena inaspettati e dall’altra non fanno che promettere un finale particolarmente doloroso per tutti i nostri protagonisti. Ma a questo eravamo già preparati fin dalla prima stagione, giusto?

8. Servant – stagione 3

Numero episodi: 10
Data di pubblicazione: dal 21 gennaio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Apple Tv+

Torna anche Servant, ovvero la serie più misteriosa e angosciante degli ultimi anni. E ritorna in grande stile, con un nuovo bellissimo episodio diretto da M. Night Shyamalan, qui anche produttore. La trama riprende esattamente tre mesi dopo gli sconvolgenti eventi mostrati nel finale della stagione 2 ma ciò che conta è che rimane intatta l’atmosfera quasi irreale di casa Turner, la stessa che ci ha conquistato in questi anni. Questa terza stagione sarà finalmente quella delle risposte? Scopriremo finalmente quale verità si celano dietro Leanne e i suoi “poteri”?

9. Snowpiercer – stagione 3

Numero episodi: 10
Data di pubblicazione: dal 24 gennaio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Netflix

La seconda stagione di Snowpiercer, serie TV statunitense prodotta dal regista sudcoreano Bong Joon-ho e ambientata 8 anni prima degli eventi dell’omonimo film, ci aveva condotti nel pieno della lotta tra Andre Layton (Daveed Diggs) e Mr. Wilford (Sean Bean) per il controllo dello Snowpiercer, il convoglio che viaggia senza sosta attraverso la landa ghiacciata che è diventata la Terra. Nella terza stagione dello show, vediamo Layton e il suo gruppo al comando di un piccolo treno pirata, mentre cercano un luogo dalle temperature più miti dove poter creare una nuova civiltà. Nel frattempo, a bordo dello Snowpiercer, Mr. Wilford consolida il suo potere, in attesa che Layton faccia ritorno.

10. La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: 28 gennaio
Piattaforma/Canale: su Netflix

Anna (Kristen Bell) è una donna delusa dalla vita e piena di psicosi, che, dopo aver perso la figlia ed essere stata lasciata dal marito, trascorre le sue giornate seduta sul divano a bere vino rosso e a guardare fuori dalla finestra. Fino a quando un giorno, durante un temporale, assiste all’omicidio di una donna nella casa di fronte, senza riuscire a intervenire. Peccato che, una volta arrivata la polizia, non vi sia alcuna traccia né di un cadavere né di una possibile scena del crimine. Inizia, così, una folle ricerca di indizi da parte di Anna che, pur essendo considerata esaurita dalla maggior parte delle persone che la circondano, è determinata a trovare l’assassino. La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra, che nel suo lunghissimo titolo nasconde una volontà di parodia nei confronti del genere thriller, è una serie tv ricca di colpi di scena, capace di lasciare a bocca aperta lo spettatore fino alla fine (davvero inimmaginabile) della storia.

11. The Afterparty

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 28 gennaio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Apple Tv+

Altra serie a metà tra giallo e commedia, questa The Afterparty racconta di una rimpatriata tra compagni di classe del liceo che finisce con un misterioso omicidio. Chi è il colpevole? Ciascuno degli otto episodi racconta quanto successo la notte dell’omicidio ma visto da una prospettiva diversa: il risultato sono otto episodi molto diversi tra loro ma tutti con in comune l’ironia tipica dei registi Chris Miller e Phil Lord, noti per gli acclamati Spider-Man: Un nuovo universo, The LEGO Movie e 21 Jump Street.

12. Christian

Christian (Edoardo Pesce) è uno scagnozzo di un boss della periferie di Roma che si ritrova all’improvviso con delle stimmate sulle mani e con dei poteri a dir poco miracolosi, come per esempio quello di far resuscitare Rachele (Silvia D’Amico), tossicodipendente finita in overdose. Più Christian sembra prendere consapevolezza dei propri poteri e più tutto il quartiere sembra acclamarlo come un vero e proprio “salvatore”, cosa che non piace affatto al boss Lino (Giordano De Plano) e soprattutto cattura l’attenzione del Vaticano che manda ad indagare il postulatore Matteo (Claudio Santamaria). Insomma una serie quasi supereoristica ma all’italiana, ispirata alla graphic novel di Claudio Piersanti e Lorenzo Mattotti (Stigmate) che riesce a portare una boccata fresca ad un genere che ormai sembrava non avere più nulla da dire.

Numero episodi: 6
Data di pubblicazione: 28 gennaio
Piattaforma/Canale: su SKY Atlantic e in streaming su NOW TV

13. Non siamo più vivi

Numero episodi: 12
Data di pubblicazione: 28 gennaio
Piattaforma/Canale: su Netflix

Direttamente dalla Corea del Sud arriva questa nuova serie horror su Netflix, già in cima alle classifiche. Non siamo più vivi è il racconto di un’epidemia che ha come focolaio le mura di un liceo e che trasforma gli studenti in zombie rabbiosi. Un gruppo di studenti dovrà mettere da parte le proprie differenze e, in attesa di qualche aiuto dall’esterno, cercare di sopravvivere all’interno della scuola. Un coming of age rosso sangue, che sa come intrattenere a dovere lo spettatore puntando tutto sulla velocità e, dopo un primo episodio introduttivo ma necessario, travolge e appassiona. Il canovaccio dello zombie movie funziona proprio inserendosi nella tradizione di un percorso di crescita, che vede i giovani protagonisti come simbolo delle nuove generazioni in un mondo di adulti.

14. Pam & Tommy

Nata dalla storia vera del furto del filmino a luci rosse di Pamela Anderson e dell’allora marito Tommy Lee, la miniserie creata Evan Goldberg e Seth Rogen diventa una narrazione quasi tragicomica di quanto accaduto alla coppia e di come la diffusione di qualcosa di così intimo e personale li abbia colpiti. Sebanstian Stan e Lily James – in particolare quest’ultima – si fanno assorbire nel ruolo dando vita ad un ritratto multisfaccettato dei due protagonisti, che si ritrovano contro la loro volontà al centro di uno scandalo su scala mondiale. Nel cast, oltre allo stesso Seth Rogen, Nick Offerman e Taylor Schilling.

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 2 febbraio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Disney+

15. Reacher

Ennesimo riadattamento dei romanzi di Lee Child, questa volta prodotto da Prime Video, Reacher racconta la storia di un ex militare che, libero dai condizionamenti del “sistema”, si pone come obiettivo quello di aiutare le persone. In giro per l’America senza telefono e con il minimo indispensabile per cavarsela Jack Reacher, qui interpretato da Alan Ritchson, arriverà nella cittadina di Margrave, dove è appena avvenuto il primo omicidio degli ultimi vent’anni. Peccato che qualcuno voglia incastrarlo e addossargliene la colpa: riuscirà a scagionarsi e a trovare il vero colpevole?

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: 4 febbraio
Piattaforma/Canale: su Amazon Prime Video

16. L’amica geniale 3 – Storia di chi fugge e di chi resta

Adattamento del terzo romanzo della tetralogia creata da Elena Ferrante, L’amica geniale 3 – Storia di chi fugge e di chi resta prosegue il racconto della vita delle due amiche Lila e Lenù, ancora una volta interpretate dalle splendide e talentuose Gaia Girace e Margherita Mazzucco. La storia questa volta comprende gli anni del matrimonio di Elena e la nuova realtà che Lila, come operaia sfruttata e sottopagata di una fabbrica di salumi, si trova ad affrontare. Sono gli anni Settanta, quelli delle manifestazioni studentesche e delle conquiste femministe, ma anche del terrorismo e della violenza estrema: una storia che si intreccia a quella con la s maiuscola e che ci racconta un legame potente e, anche se messo alla prova dalla diversità e dalla distanza, indissolubile. 

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 6 febbraio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Rai 1 e in streaming su Rai Play

17. Inventing Anna

Creata per Netflix da Shonda Rhimes e ispirata alla storia vera della truffatrice Anna Delvey, Inventig Anna racconta una vicenda che ha dell’incredibile: una giovane donna di origini russe riesce a spacciarsi per facoltosa ereditiera e a truffare – per anni! – l’élite newyorkese, arrivando molto vicina a farsi finanziare, senza alcuna garanzia da parte sua ovviamente, una fondazione d’arte a suo nome. Nel cast Julia Garner, camaleontica nel ruolo della protagonista, e Anna Chlumsky in quello di Vivian Kent, la giornalista che smaschererà l’imbroglio dopo una lunga indagine. 

Numero episodi: 9
Data di pubblicazione: 11 febbraio
Piattaforma/Canale: su Netflix

17. What We Do in the Shadows 3

Prosegue con la sua terza stagione la serie ispirata al mockumentary creato dalla folle mente di Taika Waititi e Jemaine Clement. What We Do in the Shadows 3 racconta ancora una volta l’improbabile convivenza tra quattro vampiri, seguiti passo passo da una troupe televisiva che ne documenta le (dis)avventure. Questo terzo capitolo della storia di Nandor, Laszlo, Nadja e Colin si preannuncia ancor più assurdo di quelli precedenti, tra cacciatori di vampiri, gargoyles, lupi mannari e sirene tentatrici.

Numero episodi: 10

Data di pubblicazione: dal 16 febbraio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Disney+

18. La fantastica Signora Maisel 4

Tra le stagioni in uscita più attese dell’ultimo periodo c’è senza dubbio la quarta de La fantastica Signora Maisel: distribuita su Prime Video per la prima volta settimanalmente, due episodi ogni venerdì, il nuovo capitolo della serie creata da Amy Sherman-Palladino si preannuncia ancor più divertente e appassionante di quelli che l’hanno preceduto. Nel cast ritroviamo Rachel Brosnahan nel ruolo della protagonista, la comica in carriera Miriam “Midge” Maisel, e Alex Borstein in quello della sua agente Susan, ma si attende l’entrata in scena di due guest star d’eccezione: Kelly Bishop e Milo Ventimiglia, che avevamo già amato in Una mamma per amica (sempre di Amy Sherman-Palladino).

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 18 febbraio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Amazon Prime Video

19. Space Force 2

Parliamo ancora di comedy con la seconda stagione di Space Force, la serie con Steve Carrell (creata dallo stesso insieme a Greg Daniels per Netflix): la storia è incentrata sulle (dis)avventure tragicomiche della prima forza militare spaziale della Terra. Carell è il pilota pluridecorato Mark R. Naird, che cercherà, insieme ad un gruppo di scienziati e di astronauti molto particolari, di intraprendere la conquista dello spazio, come richiesto dalla Casa Bianca. In Space Force 2 ritroviamo i protagonisti della prima stagione, alle prese con le accuse del pentagono e decisi a dimostrare il loro valore una volta per tutte. Nel cast, oltre a Carell, John Malkovich, Diana Silvers, Tawny Newsome, Ben Schwartz e Lisa Kudrow.

Numero episodi: 7
Data di pubblicazione: 18 febbraio
Piattaforma/Canale: su Netflix

20. Scissione (Severance)

Nuova promettente serie sbarcata su AppleTV+, Scissione dimostra ancora una volta la predilezione della piattaforma streaming di Apple per progetti davvero unici e particolari. Prodotta e diretta da Ben Stiller, Scissione è ambientata quasi completamente all’interno delle Lumen Industries, una compagnia in cui alcuni dipendenti vengono sottoposti ad una procedura innovativa, la scissione appunto, che separa i ricordi lavorativi da quelli della vita privata. Ognuno di loro si ritroverà quindi a convivere con due coscienze separate, che non sanno nulla l’una dell’altra: un esperimento che mira semplicemente a migliorare la produttività lavorativa o qualcosa di ben più inquietante e misterioso? Nel cast troviamo Adam Scott, Patricia Arquette e John Turturro. 

Numero episodi: 9
Data di pubblicazione: dal 18 febbraio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su AppleTV+

21. La serie di Cuphead!

Su Netflix è arrivata La serie di Cuphead!, adattamento animato del popolarissimo videogioco: sull’Isola Calamaio seguiamo le avventure dei fratelli Cuphead e Mugman, l’uno spericolato tanto quanto l’altro è più cauto. I due dovranno cavarsela in situazioni diverse al limite dell’assurdo, sfuggendo prima al terribile Satanasso, che ruba le anime ai visitatori del suo Cattivale, e partecipando poi al primo gioco a premi dell’isola del Calamaio. Forse mancherà un po’ della cattiveria del gioco originale, ma La serie di Cuphead! è comunque un prodotto divertente e coinvolgente, di cui sono già state confermate una seconda e una terza stagione.

Numero episodi: 12
Data di pubblicazione:18 febbraio
Piattaforma/Canale: su Netflix

22. Vikings: Valhalla

Più di cento anni dopo la morte di Ragnar Lothbrok, Michael Hirst e Jeb Stuart ci riportano nel violento mondo dei vichinghi con Vikings: Valhalla, esplorando questa volta un’epoca di grandi cambiamenti sociali e culturali. A dare il via alla narrazione non più la volontà di scoperta e il desiderio di conquista, ma la vendetta per i vichinghi massacrati in Inghilterra da re Etelredo II. A rendere le cose ancora più difficili lo scontro interno tra chi ancora crede nelle antiche divinità del pantheon nordico e chi si è già convertito al cristianesimo: i veri villain di questa stagione saranno infatti gruppi di fanatici religiosi assorbiti così tanto nella propria fede da non desiderare altro che epurare il mondo dai pagani. Nel cast Leo Suter, Bradley Freegard, Sam Corlett e Frida Gustavsson.

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: 25 febbraio
Piattaforma/Canale: su Netflix

23. Killing Eve 4

Un’altra serie amatissima giunge alla sua quarta stagione: Killig Eve 4 ci riporta in compagnia della detective Eve Polastri, interpretata da Sandra Oh, e della killer professionista Villanelle della splendida Jodie Comer. Alla guida della quarta e ultima stagione c’è Laura Neal, che ci trascina nuovamente nelle vite delle due protagoniste: Eve è ora parte di un’agenzia privata e si lascia andare ad incontri molto passionali con il collega Yusuf (Robert Gilbert), Villanelle si trova invece all’interno di una comunità cristiana, in lotta contro i propri demoni interiori. Sarà questa quarta stagione all’altezza delle precedenti, conquistando ancora una volta il cuore dei fan?

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 28 febbraio, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su TimVision

24. Frammenti di Lei

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 4 marzo
Piattaforma/Canale: su Netflix

Su Netflix arriva una nuova serie thriller, questa volta tratta dal best seller omonimo di Karin Slaughter, con una protagonista d’eccezione: la talentuosa Toni Colette. Al centro della storia troviamo una madre, Laura (Colette), e sua figlia, Andrea (Bella Heathcote): entrambe vivono a Belle Isle, un angolino tranquillo della Georgia, e passano le loro giornate tra lavoro e pranzi in famiglia. Tutto cambia all’improvviso quando, un giorno, un ragazzo da il via ad una sparatoria in un ristorate: nel terrore generale Laura è l’unica che sembra sapere come affrontare la situazione, e con prontezza di riflessi uccide l’aggressore salvando molte vite. L’accaduto arriva presto all’orecchio di giornali locali e nazionali, e Laura si trasforma per l’opinione pubblica in una vera e propria eroina. Peccato che la donna non sembri voler avere nulla a che fare con tutta quell’attenzione mediatica: un terribile segreto del suo passato, che la donna ha cercato di nascondere per tutta la vita, potrebbe infatti venire alla luce, portando sulle sue tracce un pericoloso individuo. Andrea si ritroverà così a scoprire un lato di sua madre di cui non conosceva l’esistenza, ripercorrendo gli anni della sua infanzia e della sua giovinezza, segnati da alcuni traumatici eventi.
Frammenti di lei è una serie intrigante e piuttosto coinvolgente, aperta da un primo episodio davvero mozzafiato ma che non disdegna momenti più riflessivi e dal ritmo più lento. La consigliamo agli amanti dei thriller ricchi di colpi di scena e di inaspettate sorprese.

25. Noi

Numero episodi: 12
Data di pubblicazione: dal 6 marzo, doppio appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Rai1 e in streaming su RaiPlay

Si intitola come un horror di Jordan Peele, ma in realtà Noi è una serie italiana, remake di This is Us, serie americana che ha avuto uno straordinario successo di critica e di pubblico. Al posto di Milo Ventimiglia e Mandy Moore, qui troviamo Lino Guanciale e Aurora Ruffino nei ruoli di Pietro e Rebecca Peirò, una coppia che nel 1984, dopo la morte del loro terzogenito, decide di adottare un altro neonato, che ha perso la mamma.

Rispetto a This is Us, le premesse della storia iniziano qualche anno più tardi, ma sempre all’inizio degli anni ’80. A parte questo e pochi altri dettagli, non sono molte le differenze narrative tra This is Us e Noi, e questa scelta di non discostarsi del tutto dal materiale originale, non ha convinto proprio tutti. La fiction Rai, prodotta da Cattleya, è punteggiata da tanti classici della musica italiana che contribuiscono a rievocare l’atmosfera di quegli anni.

26. Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey

Numero episodi: 6
Data di pubblicazione: dall’11 marzo, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su AppleTV+

Per quanto possa sembrare assurdo, un gigantesco attore come Samuel L. Jackson, uno che ha un curriculum lunghissimo, fino ad ora non era mai stato protagonista di una serie TV tutta sua. Con questo Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey, Jackson recupera alla grande, fornendo una delle interpretazioni più riuscite e complesse della sua carriera nei panni di un 90enne che soffre di demenza senile ma che, attraverso una tecnologia sperimentale, riesce pian piano a ricordare il passato e quello che era, e ad investigare così sulla morte del nipote. Un progetto a cui l’attore teneva moltissimo, considerato anche che nella sua famiglia ci sono stati diversi casi di Alzheimer, ed un ruolo per cui si è preparato per oltre 10 anni!

27. Il re

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 18 marzo, doppio appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Sky e in streaming su NowTV

Questa serie televisiva italiana diretta da Giuseppe Gagliardi vede Luca Zingaretti nel ruolo di Bruno Testori, controverso direttore di un carcere di frontiera, il San Michele. All’interno della struttura, di cui Testori è di fatto il sovrano assoluto, le leggi dello Stato e dei tribunali non hanno alcun valore, in quanto il bene e il male dipendono esclusivamente dal suo giudizio. Estremamente severo con alcuni e anche troppo clemente con altri, il mefistofelico direttore esercita un’idea di giustizia del tutto personale, influenzata da una morale oscura e distorta. Quando, però, un duplice omicidio rischia di mettere a repentaglio il proprio dominio e di scoperchiare il vaso di Pandora del San Michele, Testori si ritroverà a combattere la battaglia più difficile della sua vita.

28. WeCrashed

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 18 marzo, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su AppleTV+

Basata sul podcast “WeCrashed: The Rise and Fall of WeWork”, questa nuova serie Apple racconta la vera storia di una delle startup più famose di sempre, WeWork. E lo fa con un piglio autoriale e pop, raccontandone nascita e caduta, follia e sregolatezza, illusione e romanticismo. Alla regia ci sono due esperti quali John Requa e Glenn Ficarra (Crazy, Stupid, Love e la serie This Is Us) mentre per i due protagonisti si è optato per due superstar quali Jared Leto e Anne Hathaway.

29. The Gilded Age

Numero episodi: 9
Data di pubblicazione: dal 21 marzo, doppio appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Sky e in streaming su NowTV

Per chi ha amato Downton Abbey, una tra le serie in costume più amate di sempre (un genere di prodotto seriale a cui abbiamo dedicato un intero articolo), il nuovo titolo da non perdere è sicuramente The Gilded Age, creato sempre da Julian Fellowes. La storia, dall’Inghilterra dei primi del Novecento, si sposta nella New York di fine Ottocento, un periodo di grande fermento sociale e culturale. È proprio il cambiamento, lo scontro tra “vecchio” e nuovo”, ad essere al centro di questa serie: le famiglie della vecchia New York che si scontrano con i nuovi ricchi, come i Russell, il cui capofamiglia ha fatto fortuna con il suo talento per gli affari. The Gilded Age racconta la vita delle elite più privilegiate della città, ma si sposta anche nei piani “bassi”, seguendo le giornate dei domestici che lavorano nelle grandi magioni dei ricchi (come accadeva in Downton Abbey). A guidare il cast le splendide Christine Baranski e Carrie Coon.

30. Bridgerton 2

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 25 marzo
Piattaforma/Canale: su Netflix

La prima stagione di Bridgerton si è trasformata velocemente in un fenomeno, diventando una delle serie più viste di Netflix. Bridgerton 2, uscita negli ultimi giorni di marzo sulla piattaforma, non è stata da meno, e si è aggiudicata fin da subito il titolo di prodotto in lingua inglese più visto nel suo primo fine settimana (con più di 193 milioni di ore di visione!). La storia, che è l’adattamento della saga di romanzi rosa dell’autrice Julia Quinn, nella seconda tranche di episodi è incentrata sul fratello maggiore della famiglia Bridgerton, Anthony (Jonathan Bailey), che decide di mettere la testa a posto e di trovare una moglie. Al centro del suo interesse la giovane Edwina Sharma (Charithra Chandran), perfetta in tutto e per tutto. Peccato che con il tempo il Visconte inizi a provare qualcosa per la sua sorella maggiore Kate (Simone Ashley), che non sembra però affatto interessata a lui. Una seconda stagione intrigante e, anche se meno passionale della prima, capace di catturare lo spettatore con l’amore tormentato tra i due protagonisti.

31. Pachinko – La moglie coreana

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 25 marzo, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su AppleTV+

Tra le serie più interessanti dell’ultimo periodo non possiamo che inserire la nuova arrivata in casa Apple Tv+: Pachinko – La moglie coreana, tratta dal romanzo bestseller di Min Jin Lee. Un’affascinante e coinvolgente saga famigliare ambientata in diversi periodi e luoghi: la Corea occupata dal Giappone all’inizio del secolo, il Giappone del dopoguerra e quello degli anni Ottanta e persino gli Stati Uniti. Una storia capace di catturare fin dal suo primo episodio, portandoci a seguire la vita di una donna, Sunja (Yoon Yeo-jeong, e della sua famiglia nel corso di svariati decenni, sullo sfondo di un mondo in continuo cambiamento.

32. Moon Knight

Numero episodi: 6
Data di pubblicazione: dal 30 marzo, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Disney+

Miniserie televisiva basata sull’omonimo personaggio della Marvel Comics, Moon Knight vede l’attore Oscar Isaac nei panni di Steven Grant, mite e ordinario impiegato nel negozio di souvenir della National Gallery di Londra e profondo conoscitore dell’antico Egitto. Ripetutamente colpito da vuoti di memoria e ricordi provenienti da un’altra vita, l’uomo scopre di avere un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il suo corpo con il mercenario Marc Spector, personificazione terrena di Khonshu, antica e spietata divinità egizia deputata alla Luna. Steven si ritrova, così, alle prese con un pericoloso mistero, mentre viene coinvolto un una battaglia letale tra i potenti dei dell’Egitto. Una grande prova attoriale per Oscar Isaac che dimostra di essere a proprio agio con la personalità frammentata del suo personaggio e con un corpo diviso tra due uomini profondamente agli antipodi.

33. Le fate ignoranti

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 13 aprile
Piattaforma/Canale: su Disney+

Uscita nel 2022, Le fate ignoranti – la serie riprende la trama dell’omonimo film di Ferzan Ozpeket ed espande le storie dei personaggi principali (quelli che ruotano attorno ai due protagonisti), introducendone di nuove e apportando qualche cambiamento.
Cristiana Capotondi e Luca Argentero interpretano i ruoli di Antonia e Massimo (che nel film erano interpretati da Margherita Buy e Andrea Renzi). Nel ruolo dell’amante di Massimo c’è Eduardo Scarpetta (che si concede anche a qualche scena di nudo) e un cast formato da diversi volti ricorrenti del cinema di Ozpetek: Ambra Angiolini, Serra Yilmaz, Anna Ferzetti, Paola Minaccioni, Carla Signoris e Filippo Scicchitano.
La serie, incentrata sulla storia di una donna che scopre che suo marito, morto tragicamente, aveva una relazione omosessuale segreta con un uomo più giovane, ha ricevuto un’accoglienza mista. Molti hanno criticato l’autore per aver dipinto un universo gay un po’ distante dalla realtà e dall’attualità, altri si sono ritrovati nelle storie secondarie che costellano gli episodi. La canzone portante della serie è affidata a Mina, artista monumentale, che è anche una delle icone gay italiane più famose.

34. Outer Range

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 15 aprile, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Prime Video

Tra le serie tv più recenti arrivate su Prime Video c’è Outer Range, creata da Brian Watkins e prodotta da Brad Pitt. La storia è incentrata su Milk, interpretato da Josh Brolin, un taciturno allevatore del Wyoming, e prenderà il via quando lui e la sua famiglia scopriranno, proprio nei loro terreni, un’oscura voragine. Una serie di situazioni spaventose quanto inaspettate sconvolgeranno la vita tranquilla di Milk e dei suoi vicini, trascinandoli in un mistero dagli inquietanti risvolti sovrannaturali. Il cast include tra gli altri Lili Taylor, Tamara Podemski, Tom Pelphrey, Imogen Poots, e Lewis Pullman.

35. Anatomia di uno scandalo

Numero episodi: 6
Data di pubblicazione: dal 15 aprile
Piattaforma/Canale: su Netflix

Miniserie televisiva basata sull’omonimo romanzo best seller di Sarah Vaughan, Anatomia di uno scandalo segue le drammatiche vicende di Sophie Whitehouse (Sienna Miller), privilegiata moglie di un potente parlamentare britannico, James Whitehouse (Rupert Friend). Quando viene a galla la relazione extraconiugale di James con una sua assistente, la vita di Sophie inizia a sgretolarsi e la donna è costretta ad affrontare pubblicamente le conseguenze delle decisioni del marito. Quello che non sa, però, è che un segreto ancor più terribile sta per emergere. Nel corso dei sei episodi di cui è composta la serie, viene indagato il labile confine tra ciò che è consensuale e ciò che non lo è, evidenziando come il concetto di violenza sessuale sia ancora ben lontano dall’essere imparziale.

36. Better Call Saul 6

Numero episodi: 13
Data di pubblicazione: prima parte dal 19 aprile, seconda parte dall’11 luglio, sempre con appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Netflix

Ci siamo. Ultimo giro di giostra per Jimmy McGill, conosciuto da noi appassionati seriali come Saul Goodman. Ultima stagione, divisa in due parti da 8 episodi, per chiudere la serie creata da Vince Gilligan e Peter Gould, nata come spin-off di Breaking Bad, e pronta a prenderne l’eredità spirituale. Sì, perché basterebbe notare i primi minuti di questa sesta lunga stagione per vedere come la serie con protagonista un grandissimo Bob Odenkirk sia tutto quello che desideriamo dalle serie tv. Una regia pazzesca, scrittura ad altissimi livelli, personaggi che non siamo più capaci ad abbandonare al loro destino. Ricca di emozione, Better Call Saul si preannuncia come una delle migliori serie dell’anno e con un finale esplosivo.

37. Russian Doll 2

Numero episodi: 7
Data di pubblicazione: dal 20 aprile
Piattaforma/Canale: su Netflix

A distanza di tre anni ritorna una delle serie originali Netflix più folli del catalogo. Russian Doll 2 vede il ritorno di Natasha Lyonne nei panni di Nadia, una donna che -se nella prima stagione era stata obbligata a vivere un loop temporale nel giorno del suo 36esimo compleanno- qui si ritrova catapultata nel passato dopo aver preso la metro. Puntando maggiormente sulle guest stars già apparse nella prima stagione, Russian Dolls 2, in sette episodi di circa mezz’ora, farà vivere alla protagonista e ai propri spettatori un’avventura che non vive di riflesso dal successo della prima stagione, ma cerca di far compiere al racconto un ulteriore passo in avanti, mettendo in scena una storia generazionale tutta al femminile.

38. The Dropout

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 20 aprile
Piattaforma/Canale: su Disney+

Dopo Inventing Anna, la sete del pubblico di tutto il mondo per storie di truffatori ancora non si è sopita. Su Disney+ arriva The Dropout, la storia vera di Elizabeth Holmes e della sua Theranos: la serie creata da Elizabeth Meriwether, con Amanda Seyfried nel ruolo principale, racconta l’ascesa e la caduta di quella che era stata definita da Forbes la più giovane e ricca miliardaria fattasi da sé d’America. Peccato che gran parte di ciò che Elizabeth raccontava ai media e ai suoi investitori non fossero altro che bugie. Una serie in otto episodi che cattura lo spettatore, trascinandolo in una vicenda che a tratti ha davvero dell’incredibile.

39. Diavoli 2

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 22 aprile, appuntamento settimanale con due episodi
Piattaforma/Canale: su Sky e in streaming su NowTV

La serie Sky che vede Alessandro Borghi e Patrick Dempsey nei panni di due squali dell’alta finanza ritorna con otto nuovi episodi. Diavoli 2 si concentra sulla guerra dei dati online, svelando, come nella migliore atmosfera thriller, il dietro le quinte di finanza, social network e criptovalute. Con un racconto teso come una corda di violino e parecchi legami con l’attualità e il mondo contemporaneo che costruisce una riuscita atmosfera da gangster movie 2.0, Diavoli s’illumina grazie alle performance dei due attori protagonisti, semplicemente magnetici.

40. Heartstopper

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 22 aprile
Piattaforma/Canale: su Netflix

Tratta dall’omonima graphic novel di Alice Oseman, Heartstopper è una serie britannica di genere romantico teen che si è rivelata un piccolo fenomeno su Netflix ed è stata molto apprezzata anche dal pubblico gay (anche dagli spettatori più grandi rispetto al target ideale della serie).
Heartstopper racconta la storia di Charlie e Nick (Kit Connor e Joe Locke) due ragazzi che si conoscono a scuola e diventano amici. La loro amicizia, col tempo, evolverà in un sentimento più profondo. Molti hanno sottolineato la freschezza degli interpreti e della storia, che è stata considerata un po’ l’anti Euphoria, visto che tratteggia un mondo adolescenziale molto diverso da quello, più inquieto e glamour, della serie HBO.

41. Bang Bang Baby

Numero episodi: 10
Data di pubblicazione: dal 28 aprile i primi 5 episodi, i restanti dal 19 maggio
Piattaforma/Canale: su Amazon Prime Video

Ambientata nella periferia milanese della fine degli anni Ottanta, Bang Bang Baby è la prima serie italiana prodotta da Prime Video. Protagonista delle vicende narrate è Alice, un’adolescente insicura e taciturna che diventa il membro più giovane di un’organizzazione criminale. Il motivo di una scelta tanto pericolosa? Conquistare l’amore di un padre che credeva morto e che, invece, fa parte di una delle più potenti e famigerate famiglie mafiose della Calabria. Bang Bang Baby è un viaggio immersivo e violento negli anni Ottanta (grazie anche alla sua incredibile colonna sonora) che mescola alla perfezione il genere crime al coming of age.

42. Shining Girls

Numero episodi: 8
Data di pubblicazione: dal 29 aprile, appuntamento settimanale
Piattaforma/Canale: su Apple TV+

Ultima nata in casa Apple TV +, Shining Girls è una serie thriller che parla di violenza sulle donne a partire da uno spunto estremamente particolare: un serial killer che può spostarsi nel tempo per braccare le sue vittime. Un giorno, però, una di loro decide di affrontare le sue paure a andare a caccia del suo aggressore. Creata da Silka Luisa e tratta dal romanzo di Lauren Beukes, Shining Girls fa dell’intensa interpretazione di Elisabeth Moss, nel ruolo della protagonista, il suo più grande punto di forza. Una serie fin da subito intrigante, capace di coinvolgere ed emozionare lo spettatore.

Lascia un commento

* Usando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei dati in questo sito web. Per approfondire: Cookie Policy