26 migliori giochi di gruppo da fare senza avere niente 

di Sofia Biagini
3 commenti
Battaglia coi cuscini

Piove e siete costretti a rimandare tutti i vostri piani per rimanere in casa? Avete organizzato un pomeriggio con gli amici ma non avete idea di cosa fare per poterli intrattenere? È possibile trascorrere dei momenti di divertimento in compagnia di amici o famiglia anche senza aver predisposto nulla e senza avere davvero niente a disposizione se non un po’ di fantasia. Ci sono tantissimi giochi, infatti, tanto semplici quanto divertenti da poter fare quando la noia inizia a prendere il sopravvento. Non ve ne vengono in mente? Allora ecco i 26 migliori giochi di gruppo da fare senza avere niente. Siamo sicuri che, tra questi, ce ne sarà almeno uno che avrete subito voglia di provare.  

1. Nascondino

Nascondino

Iniziamo la nostra lista dei migliori giochi di gruppo da fare senza avere niente con un classico intramontabile: nascondino. Le regole di questo gioco le conoscono tutti: un giocatore estratto a sorte si mette a contare fino a un numero prestabilito, con gli occhi chiusi o la faccia rivolta verso il muro. Nel frattempo, gli altri partecipanti corrono a nascondersi, fino a quando il giocatore sorteggiato finisce la sua conta e inizia a cercarli. I giocatori nascosti possono semplicemente rimanere nel loro nascondiglio finché non vengono trovati o tentano di fare “tana” correndo verso il punto in cui il giocatore con il compito di cercare gli altri aveva contato. 

2. Guardie e ladri

Il gioco di Guardie e ladri esiste in numerose varianti, ma qui vi proponiamo quelle che sono le regole più comuni. I partecipanti si dividono in due squadre (di numero uguale o disuguale, a scelta): le guardie e i ladri. I primi, che di solito indossano qualche segno di riconoscimento, si radunano in un punto prestabilito che sarà anche la “prigione”, mentre i secondi iniziano a correre e sparpagliarsi.  Al via, le guardie si lanciano all’inseguimento dei ladri e, quando ne toccano uno, questo finisce in prigione. Un ladro che è stato catturato può essere liberato dai suoi compagni se questi, senza farsi prendere, riescono a toccargli la mano. 

3. 1,2,3… stai là! (sì, non è stella!)

Avete letto bene, questo celebre gioco amatissimo dai bambini si chiama, in realtà, 1, 2, 3…stai là! e non 1, 2, 3…stella! come la maggior parte delle persone pensano. E ora che abbiamo minato una delle vostre più radicate certezze, procediamo con lo spiegarne le regole. Tutti i partecipanti si allineano a un’uguale distanza da un muro mentre il giocatore sorteggiato, con il viso rivolto verso la parete e dando le spalle agli altri, inizia a contare ad alta voce “1, 2, 3, stai là”, per poi voltarsi di scatto. Gli altri giocatori devono avvicinarsi sempre di più al muro durante la conta, per poi immobilizzarsi quando la persona che conta si gira. Infatti, se anche solo un minimo movimento viene percepito, il giocatore in questione dovrà retrocedere fino al punto di partenza. Vince chi per primo riesce ad arrivare al muro e a toccarlo.

4. Strega comanda colori

In Strega comanda colori, il giocatore estratto assume il ruolo della “strega” e ha il compito di dirigere il gioco e catturare gli altri partecipanti. Quando, infatti, la strega pronuncia la frase “strega comanda colore….” seguita dal nome di un colore, gli avversari dovranno cercare un oggetto con quello specifico colore e correre a toccarlo per mettersi in salvo. Compito della strega è quello di catturare uno dei partecipanti prima che quest’ultimo riesca a raggiungere tale oggetto. Il giocatore catturato diventerà poi la strega nel turno successivo.  

5. Un camion carico carico di…

Uno dei partecipanti al gioco dice “Arriva un camion carico carico di…”, aggiungendo poi un genere di cose, ad esempio “verdure”. A quel punto, gli altri giocatori dovranno iniziare a elencare tutte le cose che vengono loro in mente appartenenti a quella specifica categoria. Perde chi non riesce ad aggiungere nessuna nuova parola. 

6. Il gioco del sì e del no

Il gioco del sì e del no è davvero uno dei giochi più semplici che si possano fare, in qualsiasi luogo e senza niente a disposizione. Un giocatore pone delle domande e l’altro o gli altri devono rispondere stando attenti a non pronunciare mai le parole “sì” e “no”. 

7. Girotondo  

Girotondo

Chi non ha mai giocato a Girotondo? In questo celebre gioco, i partecipanti devono darsi la mano per formare un cerchio e girare in senso orario o antiorario cantando una filastrocca. Di quest’ultima ne esistono varie versioni, ecco la più note:  

Giro giro tondo

Casca il mondo

Casca la Terra

Tutti giù per terra

8. Il solletico

Pur non trattandosi propriamente di un gioco con delle specifiche regole, il solletico è sicuramente un bel modo per trascorrere qualche minuto di divertimento…e di risate! 

9. Percorso a ostacoli

Per realizzare un percorso a ostacoli tra le mura domestiche non servono altro che alcuni oggetti di uso comune, reperibili in qualsiasi abitazione (sedie, cuscini, dello spago…), e tanta fantasia. Per realizzare un percorso sarà sufficiente distribuire gli oggetti per casa, e decidere un inizio e una fine del tragitto. I partecipanti dovranno poi percorrere il percorso a ostacoli senza sbagliare; vince chi ci mette meno tempo a completarlo tutto. 

10. Regina reginella

In Regina reginella, un giocatore svolge il ruolo della regina e tutti gli altri vestono i panni degli ambasciatori. La regina e gli ambasciatori si dispongono ai lati opposti di una stanza e, ogni ambasciatore, a turno, deve recitare questa filastrocca: 

“Regina reginella, quanti passi devo fare per arrivare al tuo castello con la fede e con l’anello, con la punta del coltello?

A quel punto, la regina dovrà assegnare all’ambasciatore un certo numero di passi, associati a un animale, come, ad esempio, 5 passi da formica o 4 passi da leone. Vince chi per primo riesce a raggiungere la regina che, ovviamente, ha completamente in mano le sorti del gioco. 

Ecco la tabella dei passi:

passo da leone: passo molto lungo;

passo da gru: saltando su un piede solo;

passo da canguro: saltelli a piedi pari; 

passo da formica: piccolissimi passi, con un piede davanti all’altro;

passo da gatto: procedere a gattoni;

passo da gambero: avanzare all’indietro con passi molto lunghi;

passo da cavallo: procedere simulando un galoppo;

passo da serpente: avanzare strisciando a terra.

11. Morra cinese

Morra cinese

La morra cinese è sicuramente uno tra i giochi più gettonati quando non si ha niente a disposizione. Il gioco è molto semplice: i due partecipanti tengono una mano stretta a pugno e la fanno oscillare mentre pronunciano le parole “bim bum bam”.  A quel punto, fermano entrambi la mano, andando a formare una delle tre figure della morra cinese: 

il sasso (con la mano a pugno) che rompe le forbici;

la carta (palmo aperto con le dita stese) che avvolge il sasso;

le forbici (indice e medio distesi) che tagliano la carta. 

Si possono giocare un numero infinito di mani o scegliere un punteggio specifico da raggiungere per poter vincere.

12. Indovinare titoli di canzoni o film

Non serve avere Pictionary, celebre gioco di società basato sul disegno, per divertirsi in compagnia cercando di indovinare titoli di canzoni o film; bastano una penna e un pezzo di carta! I partecipanti al gioco si dividono in due squadre: ogni giocatore a turno dovrà far indovinare ai componenti della propria squadra il nome di un film o di una canzone solo disegnandolo. Vince la squadra che indovina più titoli e conquista più punti.  

13. Cavalluccio

Il cavalluccio è sicuramente uno dei passatempi preferiti dai bambini, che amano essere presi sulle spalle ed essere portati in giro per tutta la casa. Una variante di questo gioco può essere quella dell’aereo, in cui ci si mette distesi sul letto e si solleva il bambino (o un nostro amico particolarmente leggero!) con le gambe, facendolo volare proprio come un aeroplanino. 

14. Indovina il titolo di una canzone

Pensate che indovinare il titolo di una canzone ascoltando solamente un fischiettio sia facile? Cimentandovi in questo gioco, vi renderete conto che non è così. Ma sicuramente vi divertirete un sacco! Un giocatore, a turno, fischietta o canticchia a bocca chiusa il ritornello di una canzone, mentre gli altri partecipanti dovranno cercare di indovinare di quale canzone si tratta. Chi riesce a indovinare più titoli, vince. 

15. Concatenazione di parole 

Per giocare alla concatenazione di parole, basta che un partecipante cominci dicendo una parola qualsiasi, ad esempio “mela”, e un altro prosegua con una parola che inizi con l’ultima sillaba della prima parola, ad esempio “lava”. Si continua così fino a quando un giocatore impiegherà troppo tempo per trovare una parola da concatenare. 

16. Inventare una storia

Quello di inventare una storia è sicuramente uno dei giochi di gruppo che maggiormente stimola la fantasia. Per iniziare a giocare, uno dei partecipanti deve inventarsi un breve incipit di una storia come “C’era una volta una bambina che abitava sul limitare del bosco…”, per poi passare la parola a un altro giocatore che dovrà inventarsi un altro pezzo della storia, ad esempio “insieme a un cane, un gatto e un pappagallo”. A ogni turno, i partecipanti dovranno aggiungere sempre più pezzi al racconto, fino a formare una vera e propria storia. 

17. Chi ride per primo perde

Ci si sfida in due alla volta, mettendosi seduti uno di fronte all’altro, in silenzio e guardandosi negli occhi. Chi ride per primo perde, mentre il vincitore passa a sfidare il concorrente successivo. è possibile fare smorfie o boccacce per cercare di far ridere l’avversario. 

18. Caccia al tesoro

Caccia al tesoro

La caccia al tesoro, se ben organizzata, è sicuramente uno dei giochi più divertenti che si possano fare senza aver niente a disposizione. Si tratta di nascondere un “tesoro” (qualsiasi oggetto di piccole dimensioni presente in casa) e di escogitare una serie di indizi da scrivere su dei pezzi di carta che verranno a loro volta nascosti. Il primo indizio condurrà al secondo e così via, fino a portare al nascondiglio del tesoro. 

19. Il gioco dei mimi

Il gioco dei mimi è davvero un grande classico e ricorda quello di indovinare i titoli dei film e delle canzoni, questa volta, però, non disegnando ma mimando con il proprio corpo. Ci si divide in squadre e ogni giocatore, a turno, cerca di far indovinare alla propria squadra il nome di un film, di un libro, di una canzone o di qualsiasi altro argomento si sia deciso. Vince la squadra che indovina più titoli e conquista, così, più punti. 

20. Telefono senza fili

Per giocare al telefono senza fili, i partecipanti dovranno disporsi in una fila e il giocatore in testa dovrà pensare a una frase (più è difficile, più sarà divertente!) da sussurrare a chi gli sta accanto. Ognuno, durante il proprio turno, dovrà fare la stessa cosa con la persona che gli sta vicino, fino ad arrivare alla fine delle fila, quando il giocatore dovrà ripetere la frase (o almeno, quella che ha capito) ad alta voce. Risate assicurate. 

21. Obbligo o verità

Obbligo o verità è sicuramente un grande classico delle feste, a cui tutti, almeno una volta, hanno preso parte. Ci si dispone in cerchio e ogni giocatore, a turno, dovrà scegliere tra obbligo o verità, quindi se rispondere a una domanda (possibilmente scomoda) o se sottoporsi a una penitenza scelta dagli altri. 

22. Sardine (nascondino al contrario)

Forse non tutti lo conoscono, ma sardine è una variante abbastanza diffusa di nascondino. In questa versione alternativa del celebre gioco, tutti i partecipanti inizialmente contano, mentre solo uno si nasconde. Una volta terminata la conta, ogni giocatore, separatamente, inizierà la ricerca dell’unica persona nascosta. Una volta individuata, il giocatore dovrà nascondersi insieme a quest’ultima, senza farsi vedere dagli altri. Con il procedere del gioco, tutti saranno nascosti in un unico luogo, stretti proprio come delle sardine, mentre l’ultimo che avrà scovato il nascondiglio perderà la partita. 

23. Indovinare la persona o l‘animale

Un giocatore pensa al nome di un personaggio (famoso, reale o di fantasia) o a quello di un animale, mentre gli altri pongono una domanda a testa per cercare di capire a chi o a cosa sta pensando il primo giocatore. Vince chi per primo, tramite gli indizi, riesce a indovinare la persona o l’animale. 

24. La lavagna sulla schiena

La lavagna sulla schiena è un gioco che si può fare davvero in qualsiasi luogo e momento, anche quando si hanno solo pochi minuti a disposizione. Un giocatore si mette di spalle e l’altro, con il dito, dovrà scrivere sulla sua schiena una parola o disegnare un oggetto che la persona girata dovrà cercare di indovinare. 

25. Filastrocche con coreografia

Le filastrocche con coreografia sono quelle cantilene recitate in coppia e accompagnate da movimenti coreografici con le mani, da eseguire sempre più velocemente. Ce ne sono davvero tantissime, come “Topolino, topoletto, zum pa pa” o “Mi chiamo Lola e son spagnola”. 

26. Il gioco del silenzio

  Ragazzi che ridono
Concludiamo la nostra lista dei migliori giochi di gruppo da fare senza avere niente con quello che potrebbe non sembrare un gioco divertente, ma che, invece, può diventarlo: il gioco del silenzio. I partecipanti devono cercare di rimanere in assoluto silenzio il più a lungo possibile mentre, nel frattempo, continuano a cercare di comportarsi normalmente e a svolgere le proprie attività senza parlare.

3 commenti

daphne Settembre 11, 2021 - 10:18

il giocobeel silenzio anfhe no!

Rispondi
tua mamma Settembre 25, 2021 - 10:25

bello molto divertente

Rispondi
FILIPPO Ottobre 8, 2021 - 9:15

IL CGOCO E MEBBELLO

Rispondi

Lascia un commento

* Usando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei dati in questo sito web. Per approfondire: Cookie Policy