11 consigli per non soffrire il caldo la notte

di Redazione IlMeglioDiTutto.it
0 commento
Consigli per non soffrire caldo notte

L’estate può essere davvero un incubo per chi soffre il caldo, soprattutto in Italia, e le ore notturne possono rivelarsi una tortura quotidiana per chi suda e non riesce a prendere sonno. Ci sono alcune persone che amano il caldo e lo sopportano benissimo, altre invece vedono l’arrivo della stagione estiva come una spada di Damocle. Sudore, notti insonni, caldo asfissiante, cosa fare per dormire più freschi? Ne parliamo di seguito condividendo con voi gli 11 migliori consigli per non soffrire il caldo la notte ed arrivare a settembre più sereni e riposati. Ci auguriamo che possano esservi di aiuto.

1. Una cena fresca e leggera

Le fate ignoranti

Le fate ignoranti, il pranzo in terrazza nel film di Ferzan Ozpetek.

Ci sono tre buoni motivi per fare una cena fresca e leggera, in estate: il primo è che accendere fornelli, scaldare piastre, o mettere su l’acqua per la pasta surriscalda la casa con un terrificante effetto sauna. Se poi i vostri fornelli sono a induzione, è anche peggio, perché in estate ci mettono tempo a raffreddarsi, una volta spenti. Il secondo motivo è che il nostro corpo tende a scaldarsi più del necessario se è impegnato a bruciare le calorie di una cena troppo calorica. Il terzo è che vi aiuterà a non soffrire il caldo la notte. Sì alle cene in terrazza con gli amici o al ristorante – queste sono le cose più belle dell’estate, in fondo – ma quando restate a casa e nelle giornate più calde, prendete la buona abitudine di preparare qualcosa da scaldare rapidamente nel microonde oppure sbizzarritevi con una delle nostre ricette no fuoco, senza accendere forni e fornelli. Fate in modo che il fresco sia l’ospite principale delle vostre cene estive.

2. Evitate l’alcool

Una notte da leoni

Una notte da leoni: tutto inizia con un bicchiere di troppo.

In estate una birra fresca non si nega a nessuno, ma se siete tra coloro che sudano facilmente dopo aver bevuto anche due dita di vino o uno spritz, allora evitate l’alcool per stare più freschi. Essendo un vasodilatatore, l’alcool dilata i vasi sanguigni periferici e contribuisce ad aumentare la sensazione di calore.  

3. Fate la doccia

Psycho

In estate una doccia può salvarvi la vita (a meno che non siate la protagonista di Psycho)

Cosa c’è di più gratificante di una bella doccia fresca prima di cena? Una doccia (magari in compagnia…) piacevolmente fresca o tiepida, contribuisce ad abbassare e regolare la temperatura corporea e a lavare via quella fastidiosa patina di sudore e fastidio. Prima di andare a dormire fate una seconda doccia veloce, evitando di bagnarvi i capelli (perché in quel caso dovreste asciugarli col phon e non è il caso) e godetevi il piacere di sentirvi freschi e puliti. Non vi assicuriamo che resterete freschi a lungo, ma di sicuro andare a letto sarà più piacevole. Un ultimo suggerimento: evitate di spalmarvi creme troppo grasse. Meglio qualche spruzzo di acqua profumata per il corpo, meglio se alla menta o un’altra essenza rinfrescante. 

4. Il materasso ha la sua importanza

Se mi lasci ti cancello

Un fresco risveglio per Kate Winslet e Jim Carrey in Se mi lasci ti cancello.

“Meraviglioso è il prato per guardare il cielo e mettersi a sognare, è bella anche la spiaggia per potersi addormentare in riva al mare.  Ma il materasso, ma il materasso…  è la felicità”. Così cantava Renzo Arbore qualche anno fa, e ci sentiamo di dargli ragione. Il materasso è la nostra zattera sul mare dei sogni, ma va scelto con attenzione perché è fondamentale per riposare bene e anche per dormire freschi, nelle notti d’estate. Se non dormite bene, e il vostro materasso è troppo vecchio o fatto con materiali datati o non adatti ad un riposo sereno e fresco, valutate l’opportunità di acquistarne uno nuovo, magari prima dell’arrivo della stagione estiva.  Un sonno fresco è garantito anche dalla comodità del materasso sul quale riposate. 

5. Il cuscino e il trucco dell’asciugamano

Un biglietto in due, John Candy e Steve Martin

Dormire tra due guanciali: Steve Martin e John Candy in Un biglietto in due.

Evitate cuscini troppo avvolgenti: per non soffrire il caldo la notte meglio un cuscino un po’ più duro o compatto e che sostenga la testa, senza lasciarla sprofondare (e sudare).  Se sudate molto e il cuscino intriso di sudore è il vostro incubo,  c’è un piccolo trucco che potrebbe fare al caso vostro. Avvolgete il cuscino in uno o più asciugamani di spugna: assorbirà il sudore e dormirete più serenamente. Se il telo di spugna si dovesse bagnare, potete sempre sostituirlo con un altro e tornare a tuffarvi tra le braccia di Morfeo. Se sudate molto, potete stendere dei grandi asciugamani anche sul lenzuolo, oltre che sul cuscino. È un accorgimento che fa la differenza per chi soffre molto il caldo, soprattutto di notte.

6. Le lenzuola e la biancheria: la parola d’ordine è leggerezza

Marilyn Monroe

Marilyn Monroe disse: ‘Vado a letto solo con cinque gocce di Chanel n*5’.

Scegliete lenzuola di cotone o in tessuti naturali, molto più freschi rispetto ai tessuti sintetici. Per quanto riguarda la biancheria, potete fare come Marilyn Monroe e andare a letto con cinque gocce di Chanel n° 5 e nient’altro, oppure indossare biancheria in tessuti naturali, non eccessivamente aderente o scomoda. Fate in modo di indossare qualcosa di comodo e “arioso”, che permetta al vostro corpo di “respirare” senza surriscaldarsi ulteriormente.

7. La strategia della bandana

Karate Kid, Maestro Miyagi

Il Maestro Miyagi di Karate Kid con la mitica bandana.

Un altro consiglio utile per chi suda molto, soprattutto sulla testa, è quello di piegare una bandana di cotone e annodarla attorno al capo. Servirà a trattenere il sudore e ad evitare il fastidio di svegliarvi completamente bagnati. Se l’idea di dormire conciati come il Maestro Miyagi di Karate Kid non vi fa impazzire, tenete presente questo consiglio quando cucinate o quando siete impegnati con le faccende domestiche: vi aiuterà ad evitare di ritrovarvi col viso gocciolante di sudore. 

8. Cellulari, portatili, tablet: i dispositivi elettronici generano calore

Black Mirror, telefono

Se Black Mirror non è riuscito a farvi limitare l’uso del telefono, il caldo estivo potrebbe riuscirci.

Portatili e computer accesi, telefoni e tablet in carica, generano calore. Se possibile, cercate di disattivare gli apparecchi elettronici in camera da letto, oppure se dovete ricaricarli, collocateli in un’altra stanza. In modo particolare, evitate di dormire con il portatile acceso a letto, perché col suo teporino è un partner più adatto alle fredde sere d’inverno che alle lunghe notti d’estate. Se volete fare un binge watching notturno di Black Mirror, provate a collocare il portatile su una sedia o un mobile, ma non sul letto.

9. Abbassate le tapparelle e aprite le finestre

Nove settimane e mezzo, Kim Basinger

Fate come Kim Basinger in Nove settimane e mezzo: abbassate le tapparelle.

Se ne avete la possibilità, durante il giorno abbassate le tapparelle della camera da letto (oppure chiudete le tende) ma lasciate la finestra aperta. Con questo accorgimento evitate che la stanza si surriscaldi nelle ore diurne e al tempo stesso fate circolare l’aria. Se poi avete installato delle zanzariere, potete tenere la finestra aperta anche durante la notte e dormire sonni tranquilli e “ariosi” senza essere disturbati da zanzare e altri insetti.

10. Il ventilatore: pro e contro

Marilyn Monroe, Quando la moglie è in vacanza

Marilyn Monroe: nel film Quando la moglie è in vacanza era un’estimatrice dei ventilatori.

Il ventilatore può essere un alleato prezioso nelle notti estive, ma non va bene per tutti: c’è chi può usarlo senza nessun problema e chi inevitabilmente non lo sopporta e puntualmente si ritrova con mal di schiena, cervicale e altri fastidi. Se siete tra coloro che riescono ad usare il ventilatore senza conseguenze spiacevoli, potete posizionarlo a debita distanza nella vostra camera da letto e regolarne la velocità e la direzione a seconda delle vostre esigenze e preferenze. In commercio esistono anche dei ventilatori che non fanno rumore (con un pulsante apposito per le ore notturne) che sono ideali per chi vuole dormire fresco e sereno.

11. Il condizionatore: amato e odiato

La Cosa, film

A qualcuno piace sottozero: i fan del condizionatore sognano temperature artiche, come ne La Cosa di John Carpenter.

Il condizionatore è il grande protagonista della nostra estate, ma è anche uno degli oggetti più divisivi, capace di far litigare fan e detrattori. Molti amano il condizionatore e non riescono a farne a meno, altri lo detestano. La cosa più antipatica che può capitarvi in estate è di dividere la camera da letto con una persona che sul condizionatore ha idee opposte alle vostre. 
A parte scherzi, se vi trovate bene con il condizionatore, può essere utile installarne uno in camera da letto e accenderlo nelle ore serali per poi spegnerlo prima di coricarsi (in questo caso però dovreste chiudere la finestra e la porta della stanza. Altrimenti potete tenere il condizionatore acceso tutta la notte, magari impostandolo su temperature non troppo basse. L’ideale è scegliere un condizionatore che sia anche deumidificatore, perché sapete come si dice: “Non è il caldo che ti ammazza, ma l’umidità”.

Lascia un commento

* Usando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei dati in questo sito web. Per approfondire: Cookie Policy