I 15 migliori libri sullo sport da leggere

di Enza Casalino
0 commento
I migliori libri sullo sport

Nelson Mandela diceva che “lo sport ha il potere di cambiare il mondo, di ispirare, di unire le persone. Parla ai giovani in una lingua che comprendono. Può portare speranza dove una volta c’era solo disperazione”. Non c’è da stupirsi, dunque, se da sempre la letteratura si è occupata anche di sport. Le librerie hanno interi scaffali dedicati a questo argomento, tra manuali, testi motivazionali, libri tecnici. Qui abbiamo selezionato, invece, i migliori libri sullo sport, più o meno noti, da leggere. Storie avvincenti, aneddoti interessanti e autobiografie da leggere o da regalare a chi è appassionato di sport, ma non solo.

1. Open, la mia storia – André Agassi

Open, la mia storia, la copertina del libro di Andrè Agassi

Di fronte allo specchio del bagno, asciugandomi, fisso il mio viso. Gli occhi rossi, la barba grigia: un viso completamente diverso da quello con cui ho cominciato. Ma diverso anche da quello che ho visto lo scorso anno nello stesso specchio.
Chiunque io sia, non sono il ragazzo che ha intrapreso questa odissea. Non sono nemmeno l’uomo che, tre mesi fa, ha annunciato che l’odissea era giunta al termine.
Sono come una racchetta da tennis alla quale ho cambiato quattro volte l’impugnatura e sette volte le corde: è esatto dire che è la stessa racchetta?

Open è l’Autobiografia per eccellenza. Scritta con la preziosa collaborazione di J.R. Moehringer, autore del bellissimo Il bar delle speranze, Open è un’opera molto bella ed avvincente: non è, o almeno non soltanto, la storia di un campione. È la storia di una vita, di un uomo che per la prima volta dopo anni di tormenti interiori ha trovato il coraggio di dire: “Io odio il tennis. L’ho sempre odiato con tutto il cuore. Eppure ho continuato a palleggiare ogni mattina e ogni pomeriggio della mia carriera perché non avevo scelta, non sapevo fare altro“.
Emerge una figura per certi versi opposta all’immagine di rockstar del tennis, di idolo dei teenager. È anche la storia di rapporti umani, risolutivi o mancati, che condizionano in profondità la vita del protagonista.
Il libro alterna ritratti destinati a rimanere impressi, che appartengano o meno a persone note. A cominciare da papà Mike, convinto prima di ogni altro – e ancor prima che il figlio prenda confidenza con una racchetta – che quel ragazzo sarà un giorno il numero 1 del tennis mondiale. Ci sono poi i ritratti di Philly (il fratello), Nick Bollettieri, Gil Reyes (il preparatore atletico), Brad Gilbert, dell’attrice Brooke Shields e della tennista Steffie Graf (che avrà il ruolo decisivo nella definitiva realizzazione di André). E, sullo sfondo, le rivalità con i grandi interpreti del tennis di quegli anni, a partire da Michael Chang e Jim Courier, fino a Pete Sampras.

Prezzo scontato su Amazon.it: 13,77 euro
Anno di prima pubblicazione: 2009
Autore: André Agassi
Casa Editrice: Einaudi
Traduttore: Giuliana Lupi 
Lingua originale: inglese
Titolo originale: Open. An Autobiography
Pagine: 502

2. L’arte di correre – Haruki Murakami

L’arte di correre, la copertina del libro di Haruki Murakami

“Quando corro, semplicemente corro. In teoria nel vuoto. O viceversa, è anche possibile che io corra per raggiungere il vuoto. In quella sospensione spazio-temporale, pensieri ogni volta diversi si insinuano naturalmente nel mio cervello”.

Con il suo stile inconfondibile, Murakami racconta la sua passione per la corsa che si interseca strettamente con quella per la scrittura. Contrariamente a quello che ci si aspetterebbe, tanti sono i punti in comune tra le due attività: pazienza, scrupolosità e resistenza sono tutte caratteristiche fondamentali per un buon podista, e sono le stesse esercitate da un autore nelle lunghe e solitarie ore di scrittura protratta. La preparazione e la dedizione necessaria per scrivere un libro, come Murakami sottolinea in questo collage di memorie, è la stessa richiesta per correre una maratona.
E poi quel senso di beata solitudine, la contemplazione di un paesaggio interiore ed esteriore, lunghe ore di sospensione spazio-temporale scandite dall’ascolto di respiro e battito, da sensazioni che inducono una ricerca profonda, dalla sublimazione della fatica che diventa un piacere estremo.

Per chi volesse approfondire la propria conoscenza sulle opere dello scrittore giapponese, abbiamo dedicato un intero articolo ai migliori libri di Haruki Murakami.

Prezzo scontato su Amazon.it: 10,45 euro
Anno di prima pubblicazione: 2007
Autore: Haruki Murakami
Casa Editrice: Einaudi
Traduttore: Antonietta Pastore 
Lingua originale: giapponese
Titolo originale: 走ることについて語るときに僕の語ること
Pagine: 146

3. La mia vita in bicicletta – Margherita Hack

La mia vita in bicicletta, la copertina del libro di Margherita Hack

Il mio interesse per la bici e il ciclismo è cominciato molto presto, certamente prima che avessi compiuto dieci anni perché la domanda di rito che rivolgevo a qualunque nuova persona che incontravo, sia che fosse un ragazzino come me o un amico dei miei, era: -Sei per Binda o per Guerra? -. Io ero per Binda.

La mia vita in bicicletta è un romanzo che si legge tutto d’un fiato. La nota astrofisica racconta, con uno stile leggero e divertente, com’è nata la sua passione per la bicicletta. A cavallo della sua due ruote, Margherita Hack ripercorre la sua vita, dall’infanzia fiorentina agli anni dell’università, dal rifiuto di aderire al fascismo all’esperienza della guerra, dall’amore per il marito Aldo – grande amico d’infanzia – ai viaggi, dalla passione per lo sport fino alla sua strabiliante carriera scientifica.

Prezzo scontato su Amazon.it: 9,50 euro
Anno di prima pubblicazione: 2007
Autore: Margherita Hack
Casa Editrice: Ediciclo
Lingua originale: italiano
Pagine: 124

4. The Mamba Mentality, il mio basket – Kobe Bryant

The Mamba Mentality, la copertina del libro di Kobe Bryant
Mi sono sempre piaciuti il silenzio e la calma dell’arena vuota, prima che arrivassero tutti gli altri.

The Mamba Mentality, impreziosito dalle meravigliose fotografie di Andrew D. Bernstein, fotografo ufficiale dei Lakers che ha seguito Kobe fin dai suoi primi passi allo Staples Center, è un viaggio per parole e immagini nella mente di Kobe Bryant, uno degli atleti più geniali e vincenti della storia dello sport, scomparso il 26 gennaio 2020 in un incidente di elicottero.
Vent’anni di carriera nella stessa squadra, i Los Angeles Lakers, 5 Titoli NBA, due ori olimpici, un’infinità di record personali. Kobe Bryant ha rivoluzionato la pallacanestro, prima di ritirarsi nel 2016, pubblicando una toccante lettera d’addio al basket. L’articolo si chiamava “Dear Basketball” e negli anni successivi ne fu tratto un cortometraggio animato con lo stesso nome, diretto da Glen Keane, che nel 2018 vinse l’Oscar come miglior corto animato. Il testo, scritto da Bryant, raccontava tutto quello che il giocatore aveva dato al basket, quello che significava per lui aver realizzato il sogno di giocare nei Los Angeles Lakers, e di come avesse accettato il fatto di dover smettere.

Prezzo scontato su Amazon.it: 10,45 euro
Anno di prima pubblicazione: 2018
Autore: Kobe Bryant 
Casa Editrice: Rizzoli 
Traduttore: Ilaria Katerinov 
Lingua originale: inglese
Titolo originale: The Mamba Mentality: How I Play
Pagine: 210

5. Futbòl, storie di calcio – Osvaldo Soriano

Fútbol. Storie di calcio, la copertina del libro di Osvaldo Soriano
Ci sono tre generi di calciatori. Quelli che vedono gli spazi liberi, gli stessi spazi che qualunque fesso può vedere dalla tribuna e li vedi e sei contento e ti senti soddisfatto quando la palla cade dove deve cadere. Poi ci sono quelli che all’improvviso ti fanno vedere uno spazio libero, uno spazio che tu stesso e forse gli altri avrebbero potuto vedere se avessero osservato attentamente. Quelli ti prendono di sorpresa. E poi ci sono quelli che creano un nuovo spazio dove non avrebbe dovuto esserci nessuno spazio. Questi sono i profeti. I poeti del gioco.

Un treno che attraversa il Sudamerica e la sua storia recente. Un treno chiamato calcio, che la grande penna di Osvaldo Soriano racconta con impareggiabile classe. Episodi e personaggi, istanti e uomini: sport e storia hanno questo tratto comune e nessuno sembra saperlo raccontare meglio del giornalista e scrittore argentino, lui che calciatore lo è stato e narratore lo è diventato. E in Fùtbol, Soriano dimostra di sapere perfettamente dove i due mondi si toccano, dove il calcio diventa storia e dove viceversa. Scrive di grandi campioni – uno tra tutti Diego Armando Maradona – e di oscuri portieri, di arbitri improbabili, di allenatori in pensione. Storie di calcio, di memoria, di personaggi indimenticabili, come il figlio di Butch Cassidy o il mister Peregrino Fernandez, ma “imperfetti” (come diceva lui stesso), che giocano partite senza fine, contro un avversario o contro la vita.

Prezzo scontato su Amazon.it: 11,40 euro
Anno di prima pubblicazione: 1998
Autore: Osvaldo Soriano
Casa Editrice: Einaudi
Traduttore: G. Felici e A. Morino
Lingua originale: spagnolo
Pagine: 210

6. I sette principi del golf. Allenare la mente dentro e fuori il green – Darrin Gee

I sette principi del golf, la copertina del libro di Darrin Gee

Per dominare il gioco del golf, la preparazione mentale è importante quanto l’esercizio fisico. Eppure pochi giocatori dedicano abbastanza tempo e attenzione al cosiddetto gioco interiore, il gioco che i golfisti praticano con la mente e lo spirito.

Il titolo di questo libro di Darrin Gee, uno dei migliori istruttori di golf, è estremamente esemplificativo: anche per il golf, come per qualsiasi sport, dominare la mente è la prima sfida da vincere. In I sette principi del golf, Gee si concentra su questo aspetto fondamentale del golf, frutto della sua lunga esperienza di giocatore e istruttore. Pur rivolgendosi in particolare ai golfisti, il suo approccio può essere applicato a qualsiasi sport.

Prezzo scontato su Amazon.it: 15,00 euro
Anno di prima pubblicazione: 2007
Autore: Darrin Gee
Casa Editrice: Fabbri 
Traduttore: R. Cattaneo
Lingua originale: inglese
Titolo originale: Seven Principles of Golf: Mastering the Mental Game on and Off the Golf Course
Pagine: 128

7. Non esistono piccoli campioni – Johannes Buckler

Non esistono piccoli campioni, la copertina del libro di Johannes Buckler
Mio padre, Adolphus Adeiy Ogbe, che mi ha lasciato nel 2004, mi diceva sempre che non è importante come si comincia qualcosa, ma come si finisce. Non solo. Mi ripeteva sempre che in ogni disabilità c’è sempre un’abilità. Un vero inno alla vita, che mi fece sopportare di tutto.

Leggere questo libro proprio mentre si giocano le paralimpiadi di Tokyo significa amplificare le proprie emozioni. Non esistono piccoli campioni è una sorta di Spoon River, una raccolta di ritratti originali, in cui a prevalere sono le emozioni e i sentimenti. Storie dedicate allo sport, alle sue figure (più o meno note) e alle loro imprese, narrate in prima persona, in un gioco letterario in cui lettrici e lettori avranno l’occasione di affezionarsi ai protagonisti tramite la loro stessa voce. Eroi celebrati, ma soprattutto campioni dimenticati, che grazie a Bückler hanno potuto ritrovare, in queste pagine e nella memoria di chi le leggerà, lo spazio che meritano.

Prezzo scontato su Amazon.it: 14,25 euro
Anno di prima pubblicazione: 2021
Autore: Johannes Bückler
Casa Editrice: People
Lingua originale: italiano
Pagine: 256

8. Il tennis come esperienza religiosa – David Foster Wallace

Il tennis come esperienza religiosa, la copertina del libro di David Foster Wallace

Sembra brutale, Philippoussis, spartano, uno grosso e lento che gioca meccanicamente di potenza da fondocampo, con una cattiveria gelida negli occhi, e a paragone Sampras, che non è esattamente un pallettaro, appare quasi fragile, cerebrale, un poeta, saggio e triste allo stesso tempo, stanco come solo le democrazie sanno esserlo, l’espressione impaurita e la stessa strana malinconia post-Wimbledon che l’ha perseguitato per tutta l’estate a Montreal, Cincinnati, eccetera. 

Contrariamente a quanto espresso dal titolo, il tennis non è un’esperienza religiosa, anzi, chi ci gioca più o meno saltuariamente sa che allontana da santi e paradiso. Ma i due saggi-reportage raccolti in questo libricino, dedicati agli Us Open e alla potenza balistica di Federer, sono magnifici. Ben prima di diventare il più grande innovatore della letteratura americana contemporanea, David Foster Wallace si è dedicato al tennis, entrando nelle classifiche regionali e sfiorando quella fama che ha invece raggiunto scrivendo. Il tennis è rimasta una delle sue grandi passioni, tradotta nelle pagine di Infinite Jest e Tennis, TV, trigonometria e tornado, ma soprattutto nei due saggi che compongono questo libro. DFW disserta, con il suo tipico stile immaginifico, di volée e gioco a fondocampo, dello scontro omerico tra il talento e la forza bruta, di solitudine dell’atleta e trascendenza della fatica. Siamo di fronte a un’eccellenza letteraria che ci parla di eccellenze atletiche: insomma una vera chicca per chi ama lo sport e la lettura.

Prezzo scontato su Amazon.it: 9,50 euro
Anno di prima pubblicazione: 2012
Autore: David Foster Wallace
Casa Editrice: Einaudi 
Traduttore: Giovanna Granato
Lingua originale: inglese
Pagine: 95

9. Il nuotatore – John Cheever

Il nuotatore, la copertina del libro di John Cheever

Peggio ancora era il freddo che sentiva nelle ossa, insieme con la sensazione che non sarebbe mai più riuscito a riscaldarsi.

Maestro del racconto contemporaneo, John Cheever indaga il microcosmo affettivo della vita dei sobborghi, le sottili ambiguità dei rapporti umani, scavando nella normalità con passione, cogliendo le contraddizioni, le speranze, le inquietudini, il malessere della borghesia americana. Il libro è una raccolta di tre racconti, in bilico tra realismo, surrealismo e metafora. La narrazione diventa un instancabile gioco di proiezioni che ci ritrae protagonisti nella nostra storia. La storia di un uomo che sogna di attraversare la città a nuoto, tuffandosi nelle piscine di tutti i vicini. A ogni tuffo un incontro, una dichiarazione d’amore, una sorpresa, una scheggia del passato che viene a galla; ma quel che compie in realtà è un unico vero spostamento: verso la disillusione e il disincanto.

Prezzo scontato su Amazon.it: 0,99 (formato kindle) euro
Anno di prima pubblicazione: 1964 
Autore: John Cheever
Casa Editrice: Zoom Feltrinelli 
Traduttore:  Marco Papi
Lingua originale: inglese
Titolo originale: The Swimmer
Pagine: 95

10. L’arte di nuotare, meditazioni sul nuoto – Carola Barbero

L'arte di nuotare, meditazioni sul nuoto, la copertina del libro di Carola Barbero

Ci si può immergere con le ossa rotta e l’umore a terra, si uscirà dall’acqua in forma e felici. Il nuoto fa di questi miracoli.

Il libro è diviso in otto capitoli, che in realtà non sono altro che otto meditazioni su alcuni elementi fondamentali del nuoto: le Acque, il Tuffo, l’Apnea, i quattro stili (il Crawl, il Dorso, la Rana e il Delfino) e infine il Traguardo. Capitolo dopo capitolo, ci si immerge nello straordinario mondo del nuoto, alla ricerca degli attimi più belli ed emozionanti che si provano stando in acqua. Con uno stile semplice e un andatura decisa l’autrice porta il lettore a scoprire una serie di curiosità sul nuoto e sulla sua storia, mostrando interessanti e sorprendenti legami con la filosofia e la letteratura.

Prezzo scontato su Amazon.it: 14,25 euro
Anno di prima pubblicazione: 2020
Autore: Carola Barbero
Casa Editrice: ‎ Il Nuovo Melangolo
Lingua originale: italiano
Pagine: 123

11. Il respiro della danza – Eva Stachniak

Il respiro della danza, la copertina del libro di Eva Stachnia

L’arte e la danza sono in grado di predire il futuro. Sono come l’intuizione.

Il respiro della danza della scrittrice polacco-canadese Eva Stachniak è un romanzo avvincente, pieno di suggestioni, di atmosfere straordinariamente ricostruite, di personaggi noti e notissimi, di avvenimenti storici di importanza capitale del Novecento europeo. Il romanzo racconta l’evoluzione del balletto russo nei primi anni del XX secolo attraverso la vicenda  pubblica e privata dei fratelli Nizinskij: Vaclav, Stassik e Bronia. Appartengono ad una famiglia di danzatori polacchi della troupe Lukovic che si esibisce in molte città russe, tra le quali Odessa, Kiev, Mosca. Dei tre fratelli la storia ufficiale rende omaggio a Vaclav, considerato uno dei ballerini più talentuosi della storia della danza e celebre per il suo virtuosismo e l’intensità delle sue caratterizzazioni. Eva Stachniak, senza mettere in ombra il genio della danza russa, si propone però di  concentrare l’attenzione del lettore sulla sorella di Vaclav, Bronia.

Prezzo scontato su Amazon.it: 17,10 euro
Anno di prima pubblicazione: 2017
Autore: Eva Stachniak
Casa Editrice: BEAT 
Traduttore: Ada Arduini
Lingua originale: inglese
Titolo originale: The Chosen Maiden
Pagine: 424

12. Il professionista – W. C. Heinz

Il professionista , la copertina del libro di W. C. Heinz

“Com’è che ti piace così tanto la boxe?”
“Perché ci trovo dentro tante cose.”
“Cosa vuoi dire?”
“La legge fondamentale dell’uomo. La verità della vita. È una lotta, uomo contro uomo, e se cerchi di sconfiggere un altro, devi sconfiggerlo completamente. Non farlo morire di fame, come succede nel mondo pulito, civile e competitivo del commercio. Lascialo disteso lì, privo di sensi, al tappeto.”

Che i grandi scrittori amino la boxe, è un dato di fatto. Alcuni hanno dedicato pagine memorabili a colpi bassi, a ganci risolutori e ai rapidi montanti del ring. Il connubio tra arte e pugilato arriva da lontano. Lord Byron e John Keats si professavano grandi ammiratori della nobile arte e Arthur Conan Doyle non solo fece di Sherlock Holmes un pugile amatore, ma scrisse anche una dozzina di racconti nel libro pubblicato nel 1910 The Croxley Master and Other Tales of the Ring and Camp. Anche Ernest Hemingway era un grande appassionato di pugilato e da giovane aveva tirato anche qualche colpo sul ring. Cinquanta bigliettoni è il racconto che ha dedicato a un pugile fallito.

Il miglior romanzo sulla boxe, secondo lo stesso Hemingway, è Il professionista, di W. C. Heinz, che racconta le vicende di Eddie Brown, atleta dalla lunga e mediocre carriera, messo finalmente di fronte alla possibilità di combattere per il titolo della sua vita. La voce narrante è quella del giornalista sportivo Frank Hughes, alter ego letterario dello stesso Heinz.

Prezzo scontato su Amazon.it: 9,99  euro
Anno di prima pubblicazione: 1958
Autore: Wilfred Charles Heinz
Casa Editrice: Giunti
Traduttore: R. Serrai 
Lingua originale: inglese
Titolo originale: The Professional
Pagine: 368

13. Il maratoneta – William Goldman

Il maratoneta, la copertina del libro di William Goldman

Sono un maratoneta, pensava, un vero maratoneta, e farete bene a non mettervi contro di noi o andrete incontro a guai seri.

William Goldman è l’autore di questo romanzo, da cui è stato tratto il famosissimo film omonimo di John Schlesinger con Dustin Hoffman nei panni del protagonista Babe, e Laurence Olivier che interpreta il criminale di guerra Christian Szell. Il maratoneta è una spy story avvincente, un romanzo per tutti, facile da seguire eppure sorprendente nel suo sviluppo, con personaggi ricchi di sfaccettature, fatti di limiti da superare e ossessioni con cui convivere. Goldman ha la capacità di risolvere in poche pagine una fitta serie di eventi, uno più imprevisto dell’altro.

Prezzo scontato su Amazon.it: 17,10  euro
Anno di prima pubblicazione: 1974
Autore: William Goldman 
Casa Editrice: Marcos y Marcos
Traduttore: Tilde Arcelli Riva 
Lingua originale: inglese
Titolo originale: Marathon Man
Pagine: 320

14. La pista di ghiaccio – Roberto Bolano

La pista di ghiaccio, la copertina del libro di Roberto Bolano

Prima che me lo presentassero davanti al caffè La Habana, sentii la sua voce, profonda, come di velluto, l’unica cosa che non sia cambiata col passare degli anni. Disse: è una notte fatta su misura per Jack. Si riferiva a Jack lo Squartatore, ma la sua voce aveva un suono che evocava terre senza legge, dove qualunque cosa era possibile. 

Il cileno Roberto Bolaño, scomparso nel 2003, ha saputo dare vita a una produzione prolifica che, nel tempo, l’ha consacrato come uno dei nomi più importanti della letteratura contemporanea. Dopo aver rinnovato la poesia messicana, l’autore esordisce nella narrativa nel 1993 proprio con questo romanzo, un racconto che cambia i parametri del genere noir, spostando l’attenzione più sullo spessore dei personaggi che sulla risoluzione del caso. A fare da sfondo alla vicenda c’è un’anonima città spagnola, dove si intrecciano le voci di tre personaggi maschili (e, quindi, tre punti di vista)  per ricostruire storie di amori e delitti, che ruotano attorno a Nuria Martì, un’affascinante campionessa di pattinaggio sul ghiaccio.

Prezzo scontato su Amazon.it: 16,15  euro
Anno di prima pubblicazione: 1993
Autore: Roberto Bolaño  
Casa Editrice: Adelphi 
Traduttore: Ilide Carmignani
Lingua originale: spagnolo
Titolo originale: La pista de hielo
Pagine: 198

15. Novella degli scacchi – Stefan Zweig

Novella degli scacchi, la copertina del libro di Stefan Zweig

Antichissimo eppure eternamente nuovo, meccanico nell’impostazione ma dipendente dalla fantasia, confinato in uno spazio rigidamente geometrico e ciò nonostante sconfinato nelle sue combinazioni, in continua evoluzione eppure sterile, un pensiero che non porta a nulla, una matematica che non calcola nulla, un’arte senza opere, un’architettura senza sostanza e nondimeno nella sua esistenza e nella sua essenza notoriamente più duraturo di tutti i libri e di tutte le opere, l’unico gioco che appartiene a tutti i popoli e a tutte le epoche, e di cui nessuno sa dire quale dio lo abbia portato sulla terra per ammazzare la noia, acuire i sensi, sollecitare la mente.

Dopo il grande successo de La regina degli scacchi, la miniserie di Scott Frank e Allan Scott, targata Netflix, in tanti è nato il desidero di sapere qualcosa di più del mondo degli scacchi. Diversi scrittori, inoltre, sembrano nutrire una grande ammirazione per quest’attività quasi regale, spesso equiparata addirittura a una forma d’arte. Parte proprio da questo presupposto il romanzo di Stefan Zweig, che prende spunto dal gioco degli scacchi per condurci nei più reconditi angoli della psiche umana. La vicenda è ambientata su una nave da crociera: qui si svolge un’emblematica partita a scacchi. A fronteggiarsi ci sono Mirko Czentovic, goffo e rozzo campione mondiale, privo di cultura e di fantasia, arrogante e orgoglioso nella propria pochezza intellettuale, e il Dottor B., giocatore dilettante, pacato e modesto avvocato dalla mente fine e visionaria, rappresentante della vecchia Austria imperiale, istruita, garbata, educata. Quell’Austria che non c’è più.
Una partita nel gioco intellettuale per eccellenza, quello che poco concede al caso e alla fortuna, quello dove contano solo la strategia, la lungimiranza, la mente. Un quadrato bianco e nero, sessantaquattro caselle, sedici pezzi a testa, da sacrificare per il bene di altri, posizioni da difendere, vantaggi da conquistare: una guerra. E la guerra non è mai un gioco.

Prezzo scontato su Amazon.it: 9,02  euro
Anno di prima pubblicazione: 1941
Autore: Stefan Zweig 
Casa Editrice: Einaudi 
Traduttore: Enrico Ganni
Lingua originale: tedesco
Titolo originale: Schachnovelle
Pagine: 82

Lascia un commento

* Usando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei dati in questo sito web. Per approfondire: Cookie Policy