Tutti gli avvistamenti di squali in Italia nel 2022 (luglio)

di Redazione IlMeglioDiTutto.it
0 commento
squalo

Lo squalo è un animale che è facile incontrare anche in Italia e che ha sempre esercitato un grande fascino, sia per gli spaventosi racconti legati agli attacchi, sia per le sue capacità e il suo aspetto feroce e minaccioso, sia per le diverse storie e film che ancora oggi prendono all’amo il grande pubblico.

Nei mari italiani può capitare di imbattersi in squali come la verdesca o il capopiatto, ma raramente si sono verificati attacchi gravi di questi grossi pesci. In questo articolo riepiloghiamo tutti gli avvistamenti di squali in Italia nel 2022 aggiornato fino a luglio, da Nord e soprattutto al Sud, da quelli delle specie più comuni a quello, registrato in video, di uno squalo bianco in Sicilia.

Savona – avvistato uno squalo verdesca

Il 2 luglio 2022, nei pressi di Savona, in Liguria, è stato avvistato un piccolo squalo verdesca (prionace glauca) Il video che potete vedere anche voi qui sopra, è stato condiviso da Gino Costa nel gruppo Facebook Noi e il mare.  A dirla tutta, sebbene il video sia chiaro, lo squalo è un po’ in profondità e non si capisce bene di che specie possa trattarsi, ma a giudicare dalle forme e dalle lunghezza dovrebbe essere proprio uno squalo azzurro. 

A tutti gli appassionati di squali, vogliamo ricordare inoltre l’appuntamento con la mostra temporanea Squali del Mediterraneo, che è appena stata inaugurata a Napoli, al Museo Darwin-Dohm (Villa Comunale). L’esposizione comprende repliche di tre squali fossili, nove squali mediterranei a grandezza naturale, 100 campioni storici di squali del Golfo di Napoli, 184 denti di Megalodonte e 2500 denti di squali fossili. “Si tratta di reperti di grande valore” – spiega Il Mattino – “molti dei quali raccolti in 150 anni di storia. Anton Dohrn, infatti, si è occupato di squali sin dalla fondazione della stazione Zoologica e, dopo di lui, molti altri studiosi dell’Ente hanno lavorato e lavorano ancora oggi per comprendere e tutelare questi giganti del mare nel loro ambiente.”

Bari – avvistato uno squalo verdesca

@alexbionde #bari #facciamolodiventarevirale #perteeee #voliamoneixte✈🦁 #viraltiktok #viraltiktok #squalo ♬ Bello bello – MARTELLI

Arriva da Bari questo video di uno squalo verdesca avvistato a giugno 2022, anche se non abbiamo ulteriori dettagli “geografici” sull’incontro. Nel video, di buona qualità, si vede una verdesca che costeggia un’imbarcazione, seguito da due pesci pilota.

I pesci pilota (naucrates ductor) vivono in simbiosi con gli squali e garantiscono loro un eccellente servizio di pulizia dai parassiti, avanzi di cibo tra i denti e persino dai loro stessi escrementi. I pilota possono affiancare anche altre specie, come meduse, tartarughe marine e razze.

Se vi trovate a Bari, non lasciatevi scappare l’occasione di un tour tra le meraviglie della regione: ne parliamo nel nostro approfondimento sui 19 luoghi da vedere in Puglia, dalla splendida Polignano alla suggestiva Locorotondo e ad altre meraviglie da vivere.

Fontanamare, Gonnesa – avvistato uno squalo verdesca

Il 22 giugno 2022, nel Sud Sardegna, a Fontanamare (Gonnesa), i bagnanti hanno avvistato uno squalo verdesca a riva e il video, che è stato condiviso sui social e che potete vedere sopra, ha sollevato numerose polemiche da parte di animalisti e non solo.
Nel video, infatti, si vedono chiaramente delle persone che trascinano il povero squalo azzurro sul bagnasciuga, per permettere ad altri bagnanti di scattare delle foto. Tutto questo nonostante qualcuno li stesse invitando a riportare il pesce in acqua e lasciarlo libero.

Le immagini del povero squalo boccheggiante hanno suscitato l’indignazione collettiva ed Enrico Rizzi del Partito Animalista Europeo ha dichiarato che non permetterà che l’episodio si concluda così: “A Gonnesa tirano fuori dall’acqua uno squalo azzurro per fare i selfie. Ho firmato una richiesta di individuazione dei responsabili per deferirli tutti alla Procura della Repubblica.” ha dichiarato.

Augurandoci che episodi del genere non si verifichino più e parlando di cose più piacevoli, nel caso stiate pensando alle vostre vacanze (di questa estate o per il futuro) vogliamo segnalarvi il nostro approfondimenti sui posti di mare più tranquilli in Italia per vacanze da relax (qualcuno in redazione, intimorito dall’articolo che state leggendo, si è chiesto se in questi posti ci sono squali, beh, questo non possiamo garantirvelo). In alternativa, se non sopportate il caldo, vi consigliamo 15 luoghi più freschi in Italia dove trascorrere le vacanze estive. Di sicuro in queste località non vi capiterà di vedere pinne sospette.

Golfo di Trieste, largo di Miramare – avvistato uno squalo verdesca

Squalo verdesca avvistato a Trieste, giugno 2022

Lo squalo azzurro avvistato da Bruno Destradi nel Golfo di Trieste a giugno 2022.

Dal Golfo di Trieste, stavolta al largo di Miramare, arriva un altro avvistamento di squalo verdesca (prionace glauca). La foto che potete vedere qui sopra è stata condivisa il 21 giugno 2022 da Bruno Destradi sul gruppo Facebook “Diportisti Laguna di Grado e Marano”. Dall’inizio dell’anno si tratta del terzo avvistamento (almeno tra quelli condivisi sui social) di questa specie nelle acque tra Friuli Venezia Giulia e Croazia.

Vieste – avvistato uno squalo verdesca

Il 22 giugno, a poche miglia da Vieste, in provincia di Foggia, è stato avvistato uno squalo verdesca. Nel video che potete vedere sopra, si vede chiaramente il pesce che affiora sulla superficie dell’acqua blu e si avvicina ad un’imbarcazione. Dalla barca, qualcuno lancia un piccolo pesce allo squalo e lui lo azzanna al volo, come farebbe un cagnolino.

L’avvistamento di Vieste si aggiunge ai numerosi avvistamenti di squali in Puglia localizzati sulle coste del Salento, ma anche nei pressi di Brindisi, Taranto e Lecce.

Gallipoli – avvistato uno squalo grigio

@nicolasotira #foryou #salento #salentotiktok #salentotiktok #squalo #taviano #gallipoli2022 #sotirex ♬ suono originale – Nicola Sotira

A Gallipoli, lungo la costa occidentale del Salento, è stato avvistato uno squalo grigio, che potete vedere in questo video condiviso su TikTok da Nicola Sotira. Lo squalo è stato pescato da un’imbarcazione e poi liberato. A giudicare dalle immagini che arrivano dalla Puglia, sembrerebbe uno squalo grigio, anche se qualcuno tra i commenti azzarda che potrebbe trattarsi addirittura di uno squalo leuca (decisamente più pericoloso).

Lo squalo grigio (Carcharhinus plumbeus) è uno squalo che si trova soprattutto nei mari con acque temperate o tropicali, ma è facile trovarlo anche vicino alle coste con fondali bassi e sabbiosi, o anche nei pressi di porti, estuari o foci di fiumi. Si nutre di pesci e crostacei come i granchi ma, a loro volta, possono essere predati da altri squali, come lo squalo bianco.

Ischia, Sant’Angelo – avvistato uno squalo capopiatto

@dodoromano94 Squalo Capopiatto a Sant’Angelo vicino alla costa 🥶🥶🦈🦈 #perte #fyp #neiperte #squalo #shark #ischia #italy #napoli #tg24 #ilmattino #ilmattinodinapoli ♬ original sound – DR

Su TikTok è stato condiviso il video di uno squalo capopiatto avvistato a giugno ad Ischia, presso Sant’Angelo, vicino alla costa. Come potete vedere nel filmato, si tratta di uno squalo morto e, dall’imbarcazione, qualcuno cerca di avvicinarlo con un bastone. L’utente dodoromano94, in risposta a qualche commento polemico, ci ha tenuto a chiarire di aver trovato lo squalo già privo di vita; sulle prime sperava di poterlo aiutare ma poi non ha potuto far altro che mettersi in contatto con la Capitaneria per segnalare la carcassa in acqua. Del resto, all’inizio del filmato si vede il pesce che galleggia in acqua, sul fianco.

Sette anni fa, un altro squalo capopiatto era stato trovato spiaggiato (e con un amo in bocca) nella stessa area di Sant’Angelo.

Sardegna – avvistato uno squalo verdesca

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Stefano Cabitza (@ste.cab84)

Il video qui sopra è quello di un avvistamento che arriva dai mari blu della Sardegna ed è stato condiviso su Instagram il 18 giugno 2022 da Stefano Cabitza. Cabitza stava pescando a traina col vivo e ha catturato uno squalo verdesca. Nel video girato dall’imbarcazione, si vede l’animale che tenta di divincolarsi dalla lenza, poi scende nuovamente sott’acqua.

Gli avvistamenti di squali, in Sardegna, non sono rari. Proprio quest’anno, infatti, il progetto Life Elife ha lanciato una campagna di avvistamento rivolta a naviganti e pescatori per segnalare la presenza dello squalo elefante nelle acque dell’area marina protetta di Tavolara – Punta coda cavallo, nel nord ovest dell’isola.

Sant’Isidoro, Lecce – avvistato uno squalo verdesca

Questo video del 10 giugno 2022 arriva dalla Puglia: a Sant’Isidoro, nel comune di Nardò, in provincia di Lecce, è stato avvistato uno squalo verdesca. Nel filmato condiviso da Tele Copertino, si vede il pesce, non molto grande, mentre si avvicina alla riva, fin quasi al bagnasciuga. Oltre alle inquadrature della caratteristica pinna, il filmato offre anche inquadrature dettagliate di questo esemplare.

A proposito di squali, sapete che tra i video più visualizzati su Youtube, quest’anno, c’è proprio Baby Shark? Da anni la canzone per bambini è una delle più popolari.

Saturo, Marina di Leporano – avvistato uno squalo verdesca

Squalo verdesca avvistato a Saturo, in Puglia

Lo squalo verdesca avvistato in Puglia, a Saturo (Taranto) a giugno 2022.

Un piccolo squalo verdesca è stato avvistato nella prima settimana di giugno in Puglia, a Saturo, Marina di Leporano, in provincia di Taranto, sulla litoranea ionico salentina. Come si vede nel video condiviso da Repubblica, il piccolo esemplare di squalo azzurro, appare in un video girato dai bagnanti mentre nuota indisturbato praticamente a riva, nelle acque cristalline.

Golfo di Trieste – avvistati due squali verdesca

Verdesche avvistate a Trieste

Le due verdesche avvistate a Trieste (foto di Trieste Prima)

Nel Golfo di Trieste (più precisamente nel piccolo porto di Grignano), i primi di giugno, sono stati avvistati due squali verdesca: lo riportano le testate TriesteNews e TriestePrima. Negli stessi giorni, nella stessa area, ma a Barcola, è stato avvistato un altro squalo di questa specie.

Si tratta di avvistamenti molto frequenti, in questo periodo, nelle acque triestine. Per quanto possa incutere timore, difficilmente la verdesca aggredisce l’uomo o specie più grandi. Si tratta inoltre di un pesce che viene ampiamente utilizzato anche in cucina.

Livorno, diga della Vegliaia – avvistato uno squalo verdesca

La testata QuiLivorno.it ha riportato questo avvistamento di uno squalo, il 16 maggio 2022 a Livorno, presso la Diga della Vegliaia. Si tratta di un video girato sott’acqua con una GoPro: “Stavamo pescando a 1,5 miglia a sud della Vegliaia, quando io e mio padre abbiamo notato la sagoma dell’animale” – spiega Alessio, un lettore – “Ho preso la telecamera che di solito porto con me e dopo averla agganciata ad una lenza, l’ho calata girando queste immagini. Ad un tratto me l’ha pure attaccata”.

A giudicare dalle immagini condivise su Youtube si tratta di una verdesca. Il pesce si aggira attorno all’imbarcazione, nuotando nel mare azzurro del porto di Livorno, sulla costa occidentale della Toscana.

Livorno, Scalinata di Antignano – avvistato uno squalo verdesca

Dopo l’avvistamento alla Vegliaia, Quilivorno.it ha riportato un altro avvistamento nel livornese, stavolta alla Scalinata di Antignano, il 17 maggio 2022. Anche in questo caso si tratta di una verdesca.

“Eravamo a circa tre miglia davanti alla Scalinata di Antignano” – spiega un lettore di nome Andrea – “Stavamo tirando su un parago di colore rosa, quando è spuntato lo squalo. È venuto sotto la barca, non sembrava per nulla impaurito. Poi si è diretto verso un’altra barca in zona. Come potete vedere dal video il mare era una tavola e non è stato difficile vederlo comparire”.

Stretto di Messina – avvistato uno squalo bianco

A metà maggio, alcuni pescatori hanno condiviso sui social il video dell’avvistamento di uno squalo nelle acque dello Stretto di Messina. Dall’imbarcazione in corsa, una feluca, si vede chiaramente il pesce che nuota vicino alla superficie del mare, fino a lasciar fuoriuscire la pinna. Uno dei pescatori nel filmato dice che si tratta di uno squalo bianco. Secondo la community SharkPulse Italia potrebbe trattarsi di un giovane squalo bianco o di uno squalo mako (Isurus oxyrinchus)

Lo squalo bianco (Carcharodon carcharias) è il più grande pesce predatore del mondo, dotato di organi sensori eccezionali che gli permettono di percepire i movimenti delle potenziali prede, anche in acque torbide o scure. In Italia sono stati registrati 18 attacchi di squalo bianco, quattro dei quali con esito mortale.

Una curiosità: Lo squalo bianco è un animale che ha sempre esercitato un fascino particolare, proprio a causa della sua indole predatrice, ma soprattutto si tratta di un pesce che è entrato prepotentemente nell’immaginario collettivo grazie a film come Lo Squalo di Steven Spielberg.  Va sottolineato che quello del film è un grande squalo bianco, mentre sulla locandina i denti dello squalo sono proprio quelli di un mako.

Brindisi – pescato uno squalo capopiatto

A metà maggio, a Brindisi, in zona Punta Penne, dei pescatori hanno catturato uno squalo capopiatto con la loro rete e poi l’hanno liberato.  Giorni prima, sempre nei dintorni di Brindisi, alcuni bagnanti hanno avvistato un altro squalo, più piccolo, in una conca d’acqua, verso la riva.

I capopiatto, detti anche squalo vacca, appartengono alla famiglia delle Hexanchidae, e sono caratterizzati da un corpo fusiforme e testa un po’ tozza. Hanno sei paia di fessure branchiali, una bocca dotata di sei file di denti disposti a pettine e occhi blu fluorescente con pupilla nera.  Sono squali diffusi nelle acque tropicali e temperate di tutto il mondo, perché appartengono ad una specie fortemente migratrice.  Di solito preferiscono nuotare in acque profonde, ma gli esemplari più giovani possono spingersi più in superficie, durante le ore notturne, per procurarsi il cibo.

Lido di Venezia – Avvistata una verdesca

Verdesca avvistata al Lido di Venezia nel 2022

Lo squalo azzurro avvistato al Lido di Venezia, a maggio 2022.

Una verdesca (detta anche squalo azzurro) è stata avvistata a maggio al largo degli Alberoni, al Lido di Venezia, a circa otto miglia dalla costa, da due pescatori che stavano pasturando in acqua, con l’intenzione di attirare pesci.

La verdesca (prionace glauca) è diffusa nelle acque di tutto il mondo e, generalmente, non rappresenta un pericolo per l’uomo. Nell’arco di cinque secoli, infatti, sono stati registrati solo tredici attacchi nei confronti dell’uomo, con quattro morti. La verdesca viene pescata e utilizzata a livello industriale per le sue carni ma anche per la pelle (utilizzata in pelletteria), per le pinne e altre parti del corpo.

Castellaneta – Avvistato uno squalo toro

Squalo Toro

Uno squalo toro come quello avvistato presumibilmente a Castellaneta.

Per questo avvistamento di uno squalo toro a Castellaneta Marina, i primi di maggio 2022, non esistono testimonianze fotografiche o video, ma solo il racconto di Giuseppe Lorusso, farmacista e appassionato di kayak che in un post su Facebook ha condiviso gli avventurosi dettagli di un incontro ravvicinato con un uno Carcharias taurus. Un’avventura che è stata riportata da alcune testate e in una puntata del programma tv La vita in diretta.

Baratti – avvistato uno squalo

Siamo in Toscana, nel porto di Baratti, in provincia di Livorno, dove intorno al 13 maggio 2022 è stato avvistato un piccolo squalo, forse una verdesca. Nel video condiviso sui social e girato da Andrea Magri, titolare di uno degli ormeggi, si vede la pinna del pesce che affiora tra le imbarcazioni.

“Sono squali che si incontrano abbastanza frequentemente, nei nostri mari” – ha detto Magri, parlando delle verdesche – “Ma nelle acque del porto di Baratti, che sono poco profonde, in tanti anni di attività non mi era mai capitato di vederne una.”

Una curiosità: Baratti è famosa per la storia di Luciano Costanzo, ex calciatore e pescatore che, il 2 febbraio 1989, fu attaccato e divorato da un grosso squalo bianco davanti al figlio Gianluca e ad un amico, Paolo Bader. Dopo alcuni giorni il mare restituì alcuni resti umani e parte dell’equipaggiamento che indossava Costanzo. Il caso dello squalo di Baratti sollevò una forte attenzione mediatica e, tra leggende metropolitane e voci non confermate, in breve tempo divenne uno dei misteri italiani più inquietanti

Pisciotta – catturato uno squalo capopiatto

Lo squalo capopiatto catturato a Pisciotta a maggio 2022

Lo squalo vacca pescato a Marina di Pisciotta (Salerno)

A Marina di Pisciotta, nel Cilento, il 4 maggio 2022 è stato catturato un grosso squalo capopiatto, il quale poi è stato portato nel porticciolo locale, tra lo stupore dei curiosi. Il pesce vacca – così è chiamato questo particolare tipo di squalo – rappresenta uno dei più frequenti avvistamenti di squali in Italia nel 2022. 

Badolato – Avvistato uno squalo volpe

Il 27 aprile 2022, in Calabria, nelle acque di Badolato, in provincia di Catanzaro, è stato avvistato quello che agli esperti è sembrato uno squalo volpe (alopias vulpinus), anche se qualcuno lo ha identificato invece come uno squalo capopiatto.  Lo squalo volpe è la specie più grande della famiglia degli Alopiidae e un esemplare medio misura circa tre, quattro metri (come lo squalo del video) ma può superare i sette.

Quello nel video girato a Badolato è apparso praticamente a riva, sotto gli occhi e i telefonini dei bagnanti un po’ sorpresi, che inizialmente lo hanno scambiato per un delfino. Per il biologo marino Silvio Greco “È una bella notizia e non bisogna avere paura perché non esiste nessun caso di attacchi da parte di questi animali. Anzi, siamo noi a ucciderli e li spacciamo per altri pesci, li tarocchiamo”. In effetti, per quanto riguarda lo squalo volpe, è stato registrato un solo attacco nei confronti dell’uomo, mentre l’uomo caccia spesso questo tipo di squalo per motivi alimentari e commerciali.  Se attaccato, è solito difendersi colpendo l’avversario con la sua coda possente.

Greco ha spiegato, inoltre, che i motivi per i quali questo squalo si trovava così vicino alla riva, potrebbero essere due: “Il primo è per uccidere i parassiti che ha sulla pelle, strisciando sulla sabbia. La seconda possibilità è che stesse partorendo, loro hanno questo tipo di comportamento.”

Santa Maria di Leuca – Avvistato uno squalo elefante

Un grosso esemplare di squalo elefante (Cetorhinus maximus) di circa 8 metri è stato avvistato il 10 febbraio nelle acque di Santa Maria di Leuca, in Salento, da Valentino Pizzolante e dal suo collega Angelo, che tornavano da una battuta di pesca.

Lo squalo elefante può arrivare a circa 10 metri ed è considerato il secondo pesce più grande esistente nel mare dopo lo squalo balena ma, a dispetto delle sue possenti dimensioni, si tratta di una specie che non attacca l’uomo e si nutre di microrganismi che “filtra” attraverso l’ampia bocca col muso a “proboscide”. Per darvi un’idea della grandezza: lo squalo bianco, con le sue dimensioni tra i 4,5 e i 6,5 metri è al terzo posto nella classifica dei pesci più grandi esistenti.

A febbraio 2022, gli avvistamenti di squalo elefante in Puglia, a Santa Maria di Leuca sono stati due, a distanza di pochi giorni.

Santa Caterina di Nardò – Avvistato uno squalo elefante

Il 30 gennaio 2022, un grosso squalo elefante è stato avvistato da due pescatori in Puglia, tra Santa Caterina di Nardò e Santa Maria al Bagno, sulla costa ionica del Salento.  Come potete vedere nel video, il possente cetorino nuota nei paraggi dell’imbarcazione. Si tratta di un pesce di grandi dimensioni, che tuttavia non attacca l’uomo. 

Una curiosità sullo squalo elefante: In inglese, questa specie di squalo si chiama basking shark, cioè “squalo che si crogiola al sole”, un termine che si deve al fatto che questo pesce ama spostarsi verso la superficie, dove l’acqua è più calda e luminosa, per “raccogliere” il cibo di cui si nutre.

San Giorgio a Sciacca – avvistato uno squalo verdesca

A gennaio 2022, sulla spiaggia di San Giorgio a Sciacca, in Sicilia, è stato avvistato uno squalo verdesca. Come potete vedere nel video, il pesce è a riva, quasi sul bagnasciuga, perché sta partorendo i suoi cuccioli. Nel video si vedono anche dei piccoli squali attorno a quello più grande.

Per quanto possa destare stupore, un comportamento del genere, da parte di uno squalo che sta per dare alla luce la sua prole, è piuttosto comune.

Lascia un commento

* Usando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei dati in questo sito web. Per approfondire: Cookie Policy