Lady Gaga: le migliori canzoni

di Lucia Tedesco
0 commento
Lady Gaga

Camaleontica, provocante, eccentrica, schietta. Lady Gaga è un’artista che ha rivoluzionato la cultura pop, ha ridiscusso il concetto stesso di pop star, attraverso le sue parole, la sua voce, intersecando battaglie per i diritti civili con performance artistiche iconiche, cambi di look e immagini trasgressive.

La cantautrice, nata Stefani Joanne Angelina Germanotta, è stata descritta e considerata bizzarra, feroce, stravagante, geniale, futuristica, grottesca. Indiscussa sostenitrice della comunità LGBTQIA, definita da Oprah Winfrey una leader culturale e spirituale, Lady Gaga, secondo il Guinness World Records, è stata la cantante pop femminile più potente nel 2014; è stata nominata una delle persone più influenti al mondo dalla rivista Time nel 2010 e nel 2019, dopo essere stata insignita di 12 Grammy Awards, un Oscar, un BAFTA, due Golden Globe, tre Brit Awards e diciotto MTV Video Music Awards. Lady Gaga ha scritto alcunI dei pezzi più stupefacenti del XXI secolo, impattando in maniera assoluta l’immaginario collettivo.  Ma quali sono le migliori canzoni di Lady Gaga? Una domanda non facile, a cui abbiamo cercato di rispondere con questo articolo.

1. Just Dance

Uscito nel 2008, Just Dance è il singolo di debutto di Lady Gaga, estratto dal primo album The Fame. Just Dance è una canzone elettropop e synth pop, un singolo accattivante che ha fatto da apripista a un album incredibile. Lady Gaga ha campionato un suono che avrebbe poi definito gli anni a venire della musica pop, con la commistione di R&B, europop e dance. Nel 2008 Just Dance sembrava un progetto azzardato, quasi ambizioso; la stessa cantautrice ha affermato che è stato un lavoro duro e a cui molti non hanno creduto subito.

2. Poker Face

Se Just Dance ha reso celebre Lady Gaga, scalando le classifiche di tutto il mondo, Poker Face l’ha resa la figura iconica che conosciamo. Poker Face è il secondo estratto dall’album The Fame. La canzone, caratterizzata da sonorità elettropop e dance, ha riscosso un successo planetario, diventando uno dei singoli più conosciuti e venduti al mondo. Il video ufficiale si apre con la cantante che emerge da una piscina con una maschera e un costume nero attillato per poi proseguire con diversi cambi di outfit, come il costume futuristico turchese diventato iconico.

Ci sono state tante discussioni e polemiche a proposito del significato di questa canzone, che da un lato prende spunto dal passato della cantautrice, un chiaro omaggio ai suoi ex fidanzati rock and roll, mentre dall’altro è un brano che mescola vari elementi come il gioco d’azzardo, l’alcool e il sesso. Poker Face è un inno alla libertà sessuale, al gioco, un brano che mescola amore, sesso e divertimento.

3. Paparazzi

Quinto e ultimo singolo estratto dall’album d’esordio The Fame, Paparazzi ha saputo far parlare di sé sia per i contenuti del brano sia per come è stato pensato e strutturato il video ufficiale. Il brano racconta quali sono state le difficoltà della cantante nel dover affrontare il tanto agognato successo e contemporaneamente bilanciarlo con una storia d’amore piuttosto complessa. Fama e desiderio d’amore sono i due fuochi attorno ai quali la cantante cerca di restare in equilibrio.

Paparazzi, secondo quanto dichiarato dalla stessa Gaga, discute dell’amore/odio verso le attenzioni dei media, anche attraverso il video ufficiale, abilmente scritto da Rob Fusari e dalla stessa Lady Gaga e diretto da Jonas Åkerlund, in cui la cantante è affiancata dal celebre attore svedese Alexander Skarsgård. Paparazzi descrive la fama come un’esperienza sia erotica che strangolante; nel video musicale di sette minuti, Gaga interpreta una star che uccide il suo ragazzo, il tutto impreziosito da simbolismi, citazioni e rimandi a Vertigo, Metropolis e Federico Fellini.

4. Telephone

Telephone è il celebre brano che ha visto la collaborazione di Lady Gaga e Beyoncé, insignito di una candidatura ai Grammy Awards 2011 come Miglior collaborazione vocale pop. Nel gennaio 2015 la rivista Billboard ha posizionato il video di Telephone al primo posto tra i migliori video degli anni 2010. Il singolo è stato composto da Lady Gaga e Rodney Jerkins, e inizialmente è stato scritto per Britney Spears, e per fare parte del suo album di inediti, Circus. Gaga e Beyoncé hanno dato vita a un brano incredibile, sia pop che dance, in cui le identità delle due star sono riuscite ad entrare in simbiosi e a mettersi a servizio di quella che è una canzone molto più profonda di quanto possa apparire.

Il video ufficiale, oltre ad essere il sequel spirituale di Paparazzi, è denso di un’estetica esuberante, sfarzosa, con riferimenti cinematografici molto diversificati, da Kill Bill a Thelma & Louise. L’iconico Pussy Wagon diventa un vero e proprio personaggio iconico all’interno del video, un elemento che ha reso Telephone una vera e propria dichiarazione femminista di Gaga. Lady Gaga è una donna che fa le cose a modo suo, senza riguardo per lo sguardo maschile o per coloro che appartengono all’industria musicale.

5. Shallow

Sicuramente il singolo più premiato di Lady Gaga, Shallow è il primo estratto dalla colonna sonora del film A Star Is Born. Ha ottenuto un enorme successo a livello mondiale, ricevendo un Golden Globe, un Premio Oscar e due Grammy Award, diventando il più premiato nella storia della musica. Questo pezzo è un duetto in cui si alternano le voci di Lady Gaga e Bradley Cooper, protagonisti del film diretto dallo stesso Cooper. Shallow è una ballata molto dolce, in cui i due personaggi del film, Ally e Jackson, parlano l’uno all’altra. In questo duetto le strofe e i testi dei due cantanti sembrano essere speculari: sono due persone che desiderano un cambiamento, due individui stanchi del mondo, del vuoto che attanaglia le loro vite, e non desiderano altro che aprirsi e toccare acque molto più profonde.

6. Million Reasons

Una delle canzoni più commoventi ed emozionanti di Lady Gaga è inevitabilmente Million Reasons, secondo estratto dal quinto album in studio Joanne. Il brano, che ha ricevuto una candidatura ai Grammy Awards come miglior interpretazione pop solista, è stato composto dalla cantautrice insieme a Hillary Lindsey e Mark Ronson. Million Reasons è un brano incredibilmente toccante, con un ritornello potente, intenso, in cui voce, chitarra e pianoforte diventano un solo elemento; questo brano trattiene dentro di sé una performance vocale di Lady Gaga pura, personale, intima. Un brano che è ispirato alla sua vita personale, che racconta la sua tristezza, la confusione e l’angoscia, ma anche la necessità di essere felici.

7. Born This Way

Born This Way è il primo estratto dall’album omonimo di Lady Gaga, scritto da Lady Gaga e descritto dalla rivista statunitense Billboard come il brano tra quelli che di più hanno influenzato gli anni 2010-2019 per aver dato una voce più forte alla comunità LGBTQIA. Born This Way è diventato un inno, salutato dallo stesso Elton John come il nuovo inno gay, un brano che ti invita ad amare te stesso, chiunque tu sia. Gaga con questo pezzo non ha solo scritto un inno LGBT, ma lo ha reso un simbolo dei diritti gay, in cui tutti possono trovare rifugio da ogni forma di discriminazione e in cui è centrale l’emancipazione sessuale.

Il video ufficiale è un’opera che lascia senza fiato, in cui al servizio dell’arte più simbolista e surrealista, c’è la nascita di un manifesto, il manifesto di Mother Monster, c’è la nascita di un nuovo genere umano, un genere che non è zavorrato dai pregiudizi, dai giudizi, ma che dona solo libertà. Le scene sono dense di riferimenti religiosi, spirituali, racconta di un Dio che non fa errori e che chiunque si sia sentito fuori luogo o fuori posto e ha lottato con e per la propria identità qui è accolto, rispettato, libero. Il potere di Born This Way risiede nell’accettare la bellezza dell’essere umano in tutte le forme, perché “Non c’è niente di sbagliato nell’amare chi sei”.

8. Bad Romance

Bad Romance, primo singolo tratto da The Fame Monster, è il brano più popolare di Lady Gaga, una hit mondiale che è stata insignita di due Grammy Awards come Miglior performance vocale femminile pop e il video ufficiale come Miglior video in forma corta. Bad Romance ha definito un’epoca, la nostra, una canzone che non parla solo di amore, ma di una relazione tossica, di come affrontare l’oscurità che si trova dentro e fuori di te.

Uno dei brani dance pop più potenti della storia della musica, con i suoi riferimenti a Psyco, Vertigo e a La finestra sul cortile di Hitchcock. Non si può parlare di Bad Romance senza menzionare il video – che ha vinto 7 MTV Video Music Awards, uno dei più premiati della storia – diretto da Francis Lawrence e che si svolge in una stanza bianca che ricorda il 2001: Odissea nello spazio. Le scene che si susseguono mostrano Lady Gaga rapita, drogata e costretta a esibirsi per i gangster russi, in un palcoscenico asfittico e annichilente che diventa metafora dell’industria musicale che mercifica gli artisti.

All’interno di quel palcoscenico, in cui si svolge la vita stessa, c’è un elemento horror che torna in modo persistente nelle parole, negli sguardi, negli abiti, e Lady Gaga, diventa un’icona religiosa o una star del cinema muto. In Bad Romance tutto è connesso, musica classica, musica pop, alta moda, cinema muto e d’avanguardia, gioia e dolore, ma ciò che si salva è l’arte stessa, è l’amore per la vulnerabilità, senza la quale non c’è espressività, non c’è empatia, non c’è vita.

Lascia un commento

* Usando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei dati in questo sito web. Per approfondire: Cookie Policy