10 migliori film di Zack Snyder da vedere assolutamente

di Matteo Maino
0 commento
zack snyder sorridente

Controverso, estremo, chiacchierato. Non c’è dubbio che Zack Snyder sia un regista che divide il pubblico, tra chi lo ama per il suo essere visionario e tra chi, proprio per colpa dello stile così personale e gargantuesco, lo detesta. Poche vie di mezzo per un regista che non temiamo di considerare autoriale. Sì, perché un film di Snyder è un film che presenta in maniera irripetibile tutto il suo modo di concepire il cinema, tra slow motion, un’esagerata abbondanza di CGI e una colorimetria un po’ cupa. In attesa di vedere la sua versione definitiva della Justice League, ripercorriamo la sua filmografia e scopriamo insieme i migliori film di Zack Snyder, quelli che consigliamo di vedere.

10 – Justice League (2017)

Inseriamo la versione uscita al cinema di Justice League perché i crediti del film portano la firma del nostro in cabina di regia, anche se più a causa di qualche norma contrattuale che per presenza effettiva. Il crossover tanto atteso fu un fiasco al botteghino ed è considerato ad oggi uno dei peggiori cinecomics mai realizzati. Questo a causa di una dibattuta storia accaduta dietro alle quinte, tra tragedie personali che hanno portato Snyder ad allontanarsi dal progetto e lo studio che ha rigirato quasi completamente il film con Joss Whedon e un nuovo direttore della fotografia con risultati a volte deludenti (da ricordare i baffi di Henry Cavill rimossi digitalmente dando all’attore un aspetto discutibile). Un film che merita un riscatto che finalmente è in arrivo.

9 – L’alba dei morti viventi (2004)

Remake di Zombi dell’indimenticabile George A. Romero, L’alba dei morti viventi è l’esordio cinematografico di Zack Snyder, alle prese con un horror adrenalinico che riprende parte delle atmosfere del classico degli anni Settanta. Con qualche piacevole differenza per rendere il tutto più appetibile per il grande pubblico che, oltre alla paura, ha voglia di qualche sano momento di azione. E sappiamo che quando si parla di azione, lo stile visivo di Snyder riesce a farsi notare, anche se in questo primo film siamo ben lontani dallo stile ipertrofico che svilupperà già a partire dal film successivo.

8 – Army of the Dead (2021)

Tigri zombie, non-morti intelligenti, una Las Vegas post-apocalittica, una cassaforte impossibile da aprire. Sono questi gli ingredienti di Army of the Dead, il film disponibile su Netflix che dà avvio a un nuovo franchise. Questo horror-action che si prende sul serio quanto basta è un film minore nella filmografia di Zack Snyder, ma per gli amanti del genere sa divertire e intrattenere. Anche perché gli schizzi di sangue e il lancio di budella sulle pareti non mancano. È il primo capitolo di un universo narrativo che Netflix ha intenzione di sfruttare: è già in produzione una serie d’animazione prequel e un film spin-off dal titolo Army of Thieves.

7 – Il regno di Ga’Hoole – La leggenda dei guardiani (2010)

Unico film d’animazione, finora, diretto da Zack Snyder, Il regno di Ga’Hoole – La leggenda dei guardiani è tratto da una saga letteraria per ragazzi scritta da Kathryn Lasky. Uscito al cinema anche in 3D (elemento che aggiungeva una bella dose di spettacolarità), il film racconta la storia di un barbagianni di nome Soren che si unisce a un gruppo di gufi guerrieri. Il film abbraccia uno stile iperrealistico, lontano dai classici canoni dei film d’animazione per ragazzi, riuscendo a dare vita a una storia che, se in campo narrativo risulta un po’ canonica, meraviglia dal punto di vista visivo. 

6 – Sucker Punch (2011)

Il film più personale di Zack Snyder, l’unico finora a nascere da un’idea originale, è Sucker Punch, un film che mette in campo a briglia sciolta tutte le invenzioni visionarie del regista. Dentro a una struttura da videogioco, il film contiene l’insieme dell’immaginario pop dell’epoca, tra soggettive da FPS, guerrieri orientali, il burlesque, la fantascienza e il fantasy. Tutto per raccontare l’emancipazione femminile di una giovane ragazza e la sua fuga da un centro di istituto mentale in cui è rinchiusa. Un po’ Alice nel paese delle meraviglie, il film sa intrattenere e regala sequenze piene d’inventiva. 

5 – L’uomo d’acciaio (2013)

Riproporre un supereroe perfetto e, di conseguenza, complesso per il grande pubblico degli anni Duemila. È questo ciò che il regista è chiamato a fare con L’uomo d’acciaio, il film che ha dato il via al DC Extended Universe e prodotto da Christopher Nolan, visto il successo della trilogia del Cavaliere Oscuro. Camera a mano e uno sguardo intimo per raccontare con realismo cosa vuol dire essere Superman nella prima parte, per poi dar sfogo alla spettacolarità con una seconda metà di combattimenti e azione. Forse un film imperfetto, ma senza dubbio uno dei più compatti e coesi del regista, capace di emozionare e dare onore al personaggio come mai si era fatto prima. 

4 – Batman v Superman: Dawn of Justice (2016)

Il film che ha cambiato la carriera di Snyder e ha trasformato l’intero progetto narrativo dei supereroi DC al cinema. Cupo, dark, lungo e complesso, incompreso al cinema per essere stato distribuito in una versione con 30 minuti tagliati dal montaggio, Batman v Superman: Dawn of Justice è uno dei migliori film di Zack Snyder che porta su schermo la grandiosità di essere divini in mezzo a un’umanità senza fiducia e piena di paura. Un confronto tra un uomo (Batman) e un essere divino (Superman) che è anche uno scontro ideologico sull’eroismo. Capace di donare immagini ormai divenuti iconiche (il combattimento sotto la pioggia), Batman v Superman: Dawn of Justice è un gioiello da riscoprire, soprattutto nella Ultimate Edition di tre ore. 

3 – Watchmen (2009)

Un’impresa quasi impossibile portare Watchmen, l’acclamato fumetto scritto da Alan Moore e illustrato da Dave Gibbons sul grande schermo. Un’impresa in cui molti hanno fallito e che solo Snyder è riuscito a portare a termine, pur con qualche modifica e semplificazione. Nello stesso anno in cui il pubblico riscopriva l’amore per i supereroi con il primo Iron ManWatchmen racconta del fallimento degli stessi eroi in un clima di sfiducia e di riscatto. Fedelissimo alla pagina stampata, il film guadagna molto del suo valore nella versione estesa (mai uscita al cinema e inedita in Italia). Indimenticabili i titoli di testa con la canzone di Bob Dylan. 

2 – Zack Snyder’s Justice League (2021)

Sia fatta giustizia! Il film rinnegato e compromesso uscito nel 2017 viene spazzato via da questa Zack Snyder’s Justice League, opera magna di 4 ore senza compromessi che ne ripristina la versione originale. Film che è uscito in un momento particolarmente adatto (tanto che l’abbiamo definito il film di cui abbiamo bisogno), Zack Snyder’s Justice League porta a compimento la storia di Superman e la sua visione superomistica di questi semidei. Gargantuesco, spettacolare, a suo modo unico. 

1 – 300 (2007)

Il film che riesce a mettere d’accordo tutti. Un film che trasuda l’epica del sacrificio e la grandiosità di una storia immortale. 300 è il secondo film di Zack Snyder e, forse, quello che ancora oggi viene ricordato con amore. Un cinema dove il testosterone la fa da padrone, ma anche un film che non lascia indifferenti. Tratto dal fumetto capolavoro di Frank Miller e Lynn Varley, 300 anima la carta stampata riuscendo a creare un cinecomics perfetto, una precisa commistione tra il cinema e il fumetto, lasciando lo spettatore emozionato per un finale incredibile. Un must-see che non può non appassionare. Da vedere e rivedere.  

 

Lascia un commento

* Usando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei dati in questo sito web. Per approfondire: Cookie Policy