I film di Godzilla da vedere assolutamente

di Matteo Maino
0 commento
Un'immagine di Godzilla

Il re dei mostri è pronto a tornare. Arriva finalmente in Italia il nuovo (e per ora conclusivo) film del Monsterverse targato Legendary: Godzilla vs Kong, che già dal titolo preannuncia uno scontro fisico tra due dei mostri sacri del cinema. Quarto film di un universo condiviso che ha riportato i due maggiori kaiju, i mostri misteriosi e giganteschi, di nuovo sul grande schermo, quello di Godzilla vs Kong è un incontro già avvenuto, eppure pronto a essere celebrato di nuovo. E quale può essere un’occasione migliore per andare indietro nel tempo e riscoprire alcuni film, tra veri capolavori e divertenti guilty pleasure, con protagonista il nostro lucertolone gigante preferito? Ecco i film di Godzilla da vedere assolutamente.

Tifate per Kong? Cliccate qui per scoprire i film di King Kong da vedere assolutamente!

1 – Godzilla (1954)

Il film da cui tutto ebbe inizio. La nascita di una leggenda e di un’icona. Il primo Godzilla, capolavoro del cinema giapponese uscito nel 1954, è un film da riscoprire e che, nonostante gli effetti speciali dell’epoca, continua ad affascinare (forse proprio per quel suo look così innovativo all’epoca). Il film di Ishiro Honda, che univa lo spettacolo a una critica sull’energia nucleare, diede il via a un filone di film dedicati ai kaiju giapponesi, come fosse un vero e proprio universo condiviso ante litteram. In Occidente il film uscì pesantemente modificato, con un nuovo montaggio e sequenze aggiuntive che accoglievano nuovi personaggi americani. Non c’è alcun dubbio in merito: questo è il migliore film di Godzilla da vedere assolutamente. 

2 – Il trionfo di King Kong (1962)

I due mostri più famosi del cinema si erano già scontrati nel film del 1962 Il trionfo di King Kong (anche conosciuto come King Kong vs Godzilla), uno dei film più riusciti dell’epoca Showa, ovvero la prima quindicina di film su Godzilla che raccoglie i film dal 1954 al 1975. In quest’era d’oro dei mostri giganti sullo schermo, questo secondo sequel dell’originale riesce a divertire, seppur con parecchi limiti tecnologici, ancora oggi. Lo scontro tra Kong e Godzilla è un momento assolutamente imperdibile per tutti gli amanti di questo genere di film. 

3 – Watang! Nel favoloso impero dei mostri (1964)

Quando parlavamo di universo condiviso ci riferivamo proprio all’operazione che sta dietro all’uscita di Watang! Nel favoloso impero dei mostri (altresì conosciuto in maniera molto più semplice come Mothra vs Godzilla). Il film è allo stesso tempo un sequel della saga di Godzilla e un sequel di Mothra, film del 1961 che introduceva il mostro alato. A conti fatti questo ennesimo sequel è uno dei più riusciti: ha ritmo, ha momenti spettacolari (sempre in riferimento al contesto dell’epoca), intrattiene a dovere dall’inizio alla fine. Non è un caso che sia uno dei maggiori successi della saga. Da notare che in questo film, per l’ultima volta, Godzilla ha il ruolo dell’antagonista. 

4 – Gli eredi di King Kong (1968)

Mostri, mostri dappertutto! Non lasciatevi ingannare dall’incomprensibile titolo italiano Gli eredi di King Kong. Questo film ancora una volta diretto da Ishiro Honda è l’apoteosi dei mostri sullo schermo. Una battle royale che viene portata in scena in uno dei film più costosi della saga. I mostri ci sono quasi tutti: Godzilla, Mothra, Rodan, King Ghidorah, il piccolo Minilla, il ragno gigante Kumonga, pronti a darsele di santa ragione per la gioia e il tripudio di ogni fan. 

5 – Gojira VS Mekagojira (1993)

Per quanto non sia esattamente un episodio indimenticabile, Gojira VS Mekagojira è il più meritevole capitolo della cosiddetta Era Heisei. Il look del film è chiaramente quello tipico delle produzioni di inizio anni Novanta con una discreta aggiunta di effetti digitali. Nato come ultimo omaggio al genio di Ishiro Honda, scomparso da poco, e come ultimo capitolo di una saga iniziata nella metà degli anni Ottanta, questo film di Takao Okawara ha il pregio di regalare uno scontro piacevole tra il lucertolone e la sua versione robotica. 

6 – Godzilla (1998)

Forse uno dei film più celebri, anche se non particolarmente riuscito, il Godzilla del 1998 diretto da Roland Emmerich ha avuto se non altro il pregio di riportare attenzione al kaiju. Anche se, contro un buon riscontro al botteghino, il tutto fu considerato un fiasco. A vederlo oggi, questo remake americano con un Godzilla molto diverso a livello di design rispetto all’originale, i limiti – soprattutto del digital e- si notano tutti, ma non possiamo nasconderci dietro a un dito e non definire questo film un piccolo cult per una generazione di fan. 

7 – Godzilla (2014)

Sempre parlando di remake americani, non possiamo non citare il Godzilla di Gareth Edwards. Primo film che ha dato avvio al Monsterverse, questa pellicola del 2014, nonostante una sceneggiatura non particolarmente coinvolgente, aveva ciò che le precedenti incarnazioni del lucertolone non avevano: un’idea. È un film cupo, oscuro, dove Godzilla compare paradossalmente pochissimo e il punto di vista è quello dell’uomo alla presenza di un dio. Lo stesso mostro appare davvero grosso e massiccio, un’oscura creatura che non è troppo interessata al mondo degli umani ma ci si ritrova sopra. Da riscoprire. 

8 – Shin Godzilla (2016)

Ci voleva Hideaki Anno, il creatore di Neo Genesis Evangelion, per riportare Godzilla in Giappone e rimodernare completamente il senso del film di kaiju. Shin Godzilla è un reboot che rinuncia in gran parte allo spettacolo per mettere in scena una feroce critica della burocrazia giapponese, incapace di gestire l’imprevedibile. Di tutti è il film più strano e particolare, più unico e autoriale, anche meno accomodante verso il pubblico che si ritrova rimbalzato da un ufficio all’altro mentre, fuori dalle mura, avviene la catastrofe.

9 – Godzilla: Il pianeta dei mostri (2017)

Primo film animato interamente dedicato a Godzilla e primo capitolo di una trilogia disponibile su Netflix, Godzilla: Il pianeta dei mostri è un altro esperimento particolare che inserisce il kaiju in un contesto tecnologico e digitale. Tra i tre capitoli della trilogia, questo è il migliore, soprattutto per l’atmosfera che riesce a creare, e pure il più canonico. Dal secondo episodio in poi, chiamato Godzilla: Minaccia sulla città a cui segue Godzilla: Mangiapianeti, la reinterpretazione della mitologia e dei mostri potrebbe risultare indigesta. Ciò non toglie che va apprezzato il tentativo di reinventare continuamente quello che è diventata una vera e propria icona. 

10 – Godzilla II – King of the Monsters (2019)

Il sequel del film del 2014 e terzo capitolo del Monsterverse attuale. Un film che presenta alcuni problemi di scrittura, concentrandosi troppo sui personaggi umani, ma che è capace anche di regalare alcune sequenze davvero spettacolari. Quando compaiono i mostri, Godzilla II – King of the Monsters è un tripudio di bellezza cinematografica, ricco di idee visive e, soprattutto, di momenti da applausi. 

Lascia un commento

* Usando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei dati in questo sito web. Per approfondire: Cookie Policy